Di Flora Bonaccorso

Il Tribunale di Catania ha ordinato l’audizione dell’ex assessore alla Salute, Massimo Russo, per il prossimo 16 settembre, che si terrà ad oltranza sino all’esaustiva escussione del teste.

Massimo Russo doveva essere ascoltato negli scorsi giorni, ma gli impegni di lavoro – ricordiamo il suo ruolo di magistrato di sorveglianza a Napoli – lo hanno impedito. Tanto si legge nella giustificazione fatta pervenire al Collegio – composto da Rosa Anna Castagnola (presidente), Dorotea Catena e Santino Mirabella -, che si è comunque irritato e, dopo aver ascoltato l’altro teste previsto all’udienza di oggi, Angelo Aliquò, si è convinto della necessità di sentire l’ex assessore Russo.

Al Tribunale di Catania, infatti, è in corso il procedimento che vede imputato, con l’accusa di abuso d’ufficio e truffa aggravata, Melchiorre Fidelbo in qualità di amministratore delegato della Solsamb S.r.l., l’allora direttore generale dell’Asp 3 di Catania Antonio Scavone, e gli allora direttori amministrativi dell’Asp provinciale di Catania, Giuseppe Calaciura e Giovanni Puglisi. I fatti da accertare si riferiscono “alla stipula di una delibera del 2010 che autorizzava l’Asp di Catania a stipulare una convenzione con la Solsamb per il PTA di Giarre, senza previo espletamento di una procedura ad evidenza pubblica e comunque in violazione del divieto di affidare incarichi di consulenza esterna, come prevede la normativa regionale, procurando un ingiusto vantaggio patrimoniale alla Solsamb consistito nell’affidamento diretto alla società di una prima anticipazione di 175mila euro”.

Il dottore Aliquò fece parte della segreteria tecnica dell’assessore Russo dal 2008 sino al 2010, quando ne divenne responsabile sino al 2012. “All’epoca dei fatti consideravo il dottore Fidelbo un funzionario dell’Asp di Catania, ora mi sta venendo il dubbio”, dichiara Aliquò sotto le pressanti domande del Pubblico Ministero Alessandro La Rosa.

Aliquò ammette di ricordare un colloquio con Melchiorre Fidelbo nella segreteria assessoriale, utile a conoscere in modo più preciso il progetto per la realizzazione del PTA nel sito di Giarre; ma, interrogato dal PM, non ha saputo rispondere con certezza se quel progetto fosse stato protocollato oppure se in quella occasione Fidelbo gli illustrò la sua idea progettuale.

Scrivi