di Anna Rita Fontana

Catania- A fronte del disegno di legge del governo Renzi, portato avanti dal Parlamento, si rafforza e prosegue la lotta per salvare la scuola, bene di tutti i cittadini e di tutte le cittadine. Oggi a Catania, alle ore 19.30 in via Etnea, di fronte alla Villa Bellini avrà luogo un presidio contro il progetto governativo sulla scuola. Inoltre si leverà unanime la protesta dei sindacati  Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams, con due appuntamenti, in giornata, sulla mobilitazione nel territorio etneo per il suddetto disegno di legge di riforma : di mattina, alle 10, di fronte alla sede dell’Ufficio scolastico provinciale, in via Coviello, si svolgerà una conferenza stampa indetta dai segretari generali dei sindacati della scuola Distefano (Flc Cgil), Denaro (Cisl Scuola), Mavica ( Uil Scuola), Tempera (Snals Confsal), Tortorici ( Gilda Unams); nel pomeriggio, alle 16.30, all’Istituto Gemmellaro, in corso Indipendenza 229, si terrà un’assemblea cittadina promossa dalle segreterie territoriali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams per dare alla società civile l’opportunità di esprimersi, quindi al personale docente e Ata, ai dirigenti scolastici, agli studenti e alle loro famiglie. L’intento è quello di voler “scrivere insieme la vera buona scuola” – affermano i sindacati- promuovendo un modello di scuola inclusiva e democratica che non la degradi ad azienda e non riduca a merce l’istruzione.

A.R.F.

 

Scrivi