PALERMO − “Mancano appena cinquanta giorni alla scadenza perentoria della legge di proroga dei commissari nelle nove Province siciliane e, ancora, non si intravede uno straccio di proposta di riforma dell’ente intermedio.”

La denuncia è dei deputati del Gruppo Lista Musumeci (Santi Formica, Gino Ioppolo e Nello Musumeci), secondo i quali “la irresponsabile condotta del governo Crocetta continua a condannare alla totale paralisi le Province siciliane: centinaia di strade chiuse al transito, innumerevoli edifici scolastici divenuti del tutto insicuri, servizi sociali essenziali sospesi da lungo tempo. E, quel che più lascia indifferente il governo regionale è la incerta sorte delle migliaia di dipendenti provinciali destinati a diventare carne da macello. L’accanimento del governo a guida Pd verso le Provincie, a Roma come a Palermo, trova ulteriore conferma nell’avere la Regione avallato l’odioso taglio ai trasferimenti dello Stato che toglie ai nove enti almeno cento milioni di euro, senza i quali sarà impossibile persino la gestione ordinaria e il pagamento degli stipendi ai dipendenti. Di fronte a questa gravissima situazione − concludono i deputati della Lista Musumeci − lascia sbigottiti il silenzio delle forze politiche, mentre chiediamo al presidente dell’Assemblea regionale di istituire un tavolo tecnico-politico, con l’urgenza che il caso richiede, per porre finalmente termine a questa angosciante e lunga telenovela e dare una soluzione dignitosa al nuovo governo delle aree vaste, lasciate da oltre due anni in una condizione di assoluto abbandono”.

Scrivi