CATANIA – Trasparenza, sempre e comunque. Il CODACONS scende in campo e chiede ai Comuni  e alle Città Metropolitane, di sottoscrivere “La Carta della Legalità e della Trasparenza”, nuovo monito dedicato alle Amministrazioni .  «La Carta – afferma Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons – è uno strumento proposto da noi a tutti i comuni italiani e finalizzato all’adozione di misure concrete di prevenzione alla corruzione. L’obiettivo è promuovere tra gli Amministratori locali la cultura della trasparenza e della legalità democratica».

Nello specifico, la Carta prevede che l’Amministrazione debba operare con imparzialità – assumendo le decisioni nella massima trasparenza – e respingere qualsiasi pressione indebita, rendendola pubblica e avviandole dovute azioni penali. «La Carta – conclude Tanasi – è un ‘impegno a garanzia della piena trasparenza dell’Amministrazione, in relazione ai potenziali conflitti di interessi nelle procedure di selezione del personale e nel conferimento di incarichi (pubblicando sul sito web dell’amministrazione i dati relativi ad attività professionali svolte, redditi, incarichi ricevuti e conferiti), a basarsi sul riconoscimento dei meriti e delle competenze professionali; al fine di fare emergere fenomeni di corruzione e di mala gestione. Pertanto si chiede di fornire strumenti idonei ai dipendenti e agli operatori della P.A., per segnalare illeciti e comportamenti contrari al buon andamento della stessa».


-- SCARICA IL PDF DI: Pubblica amministrazione, Codacons: "La carta della legalità e della trasparenza pe tutelare i cittadini" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata