Conclusi gli interrogatori di Impellizzeri, Cosentino e Pulvirenti previsti per oggi per l’inchiesta “I treni del gol”.

Interrogato dal gip Fabio di Giacomo, alla presenza del pm Sorrentino, Pulvirenti ha ammesso di aver comprato 5 partite per salvare il Catania dalla retrocessione. L’ex presidente della società rossazzurra nega però di aver scommesso sulle partite in questione. Ogni gara “sistemata” è costata a Pulvirenti centomila euro. A render nota l’ammissione dell’ex numero uno del Catania, il procuratore Giovanni Salvi.

In mattinata Impellizzeri s’era avvalso della facoltà di non rispondere mentre Cosentino, accompagnato dall’avvocato Peluso, respingeva al mittente tutte le accuse, dando anche del folle a Pulvirenti, qualora avesse davvero comprato le partite.

 

Scrivi