PALERMO – La prima città siciliana dove si vive meglio è Ragusa che si è piazzata al 78esimo posto, segue Siracusa al 90esimo, Enna e Catania rispettivamente al 93 esimo e al 95esimo.

Lo rileva  Coldiretti Sicilia commentando la classifica 2015 de “Il Sole 24 ore” dove prevale la parte orientale dell’Isola sebbene le 9 città siciliane siano relegate quasi alla fine. Al capoluogo ibleo sono andati 467 punti, fanalino di coda invece proprio Palermo con 416 punti che si è piazzato al 106esimo posto.

Per Coldiretti Sicilia bisogna intervenire subito creando condizioni di maggiore vivibilità partendo dalla dotazione infrastrutturale e dal potenziamento dei settori economici rilevanti come l’agricoltura – rileva ancora Coldiretti – . Si tratta di una classifica  spietata che dimostra  quanta strada ancora ci sia da percorrere per riuscire a raggiungere parametri adeguati.

“La classifica del Sole 24 Ore premia l’impegno profuso in questi due anni e mezzo di governo della città”. Commenta così l’assessore del Comune di Catania,  Rosario D’Agata il salto di 4 posizioni, dalla 99esima alla 95esima, nella graduatoria sulla qualità della vita redatta dal più importante quotidiano economico d’Italia.
“Una posizione che resta pur sempre lontana dai vertici – afferma l’assessore – ma che però è significativa dei progressi fatti. Stiamo lavorando con impegno per raggiungere i migliori obiettivi e sicuramente andrà meglio il prossimo anno e meglio ancora in quello successivo. Catania è la prima tra le Città Metropolitane del Sud dopo Bari e la prima in Sicilia poiché Messina e Palermo hanno perduto posizioni”.
“I nostri settori migliori  – conclude D’Agata – sono la longevità (6°posto) e il clima (10°), segno che da noi si vive bene. Bene il comparto informatico anche sul fronte della sicurezza e la lotta alle frodi. Un buon dato è quello sull’emigrazione della sanità. La nostra città sta dimostrando a tutti quanto essa stia iniziando a crescere grazie all’azione dell’amministrazione comunale”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi