di Teresa Fabiola Calabria

PALERMO – Anche quest’anno è arrivata, puntuale come le tasse, la classifica stilata dal Sole 24 Ore sulla migliore qualità della vita in 107 province Italiane, classifica che quest’anno arriva alla 25esima edizione. Ravenna vince il primato di città più vivibile d’Italia, seguita da Trento e Modena.

Male invece per le province siciliane, con Ragusa al 75esimo posto, Siracusa all’83esimo, Trapani al 92esimo. Palermo addirittura viene collocata al 95esimo posto, mentre la sua storica “rivale” Catania si posiziona al 99esimo posto. Fanalino di coda Agrigento, che chiude la classifica al 107esimo posto.

Purtroppo per noi siciliani, queste posizioni non possono né devono stupirci, soprattutto per quanto riguarda Palermo: i disservizi registrati infatti, abbondano superando di gran lunga aspetti positivi quali il clima e le delizie culinarie, a cominciare dal cattivo stato delle nostre strade, senza contare i rifiuti che, sebbene rimossi dalle arterie principali del capoluogo, regnano incontrastati nelle periferie, a braccetto con la microcriminalità. Nessuna meraviglia quindi, quanto piuttosto la speranza che qualcosa, prima o poi, cambi. Possibilmente entro la prossima classifica del Sole 24 Ore.

Scrivi