Una responsabilità lunga non solo 200 metri di pista. Ma tutta una vita.

E’ questo il senso della Staffetta della Legalità fissata per il 25 luglio 2014 alle ore 18,00 sulla pista d’atletica di Misterbianco intitolata a Pietro Mennea, all’interno dell’impianto “V. Mazzola” e organizzata in collaborazione con l’Atletica Misterbianco che curerà gli aspetti tecnici e sportivi.
La staffetta è il secondo appuntamento della Festa della Legalità 2014 promossa dall’Assessorato alla Cultura del comune di Misterbianco in collaborazione con il locale Presidio Libera “Don Pino Puglisi”. La manifestazione è la naturale prosecuzione della Marcia della Legalità – svoltasi lo scorso 10 luglio con la partecipazione di oltre 450 tra bambini e animatori dei GR.EST. parrocchiali – ed un anticipo dello spettacolo “La mafia non esiste” in programma giovedì 31 luglio alle 20.30 negli spazi dello Stabilimento Monaco a Misterbianco.
La Festa della Legalità 2014, giunta alla terza edizione, nasce con l’intento di far memoria dei giudici Falcone e Borsellino uccisi dalla mafia nel 1992, ma è al contempo un omaggio a  tutte le vittime innocenti delle mafie per ricordare il loro sacrificio e il loro impegno. Non un semplice commemorare: “Radici di memoria, frutti di impegno” è infatti lo slogan di quest’anno, perché la memoria, le nostre radici, sono uno strumento per non essere sommersi dall’indifferenza per un domani migliore dell’oggi. Mantenendo dunque viva la memoria si ravviva anche l’interesse, la cura, il bisogno di non dimenticare e fare meglio.
L’evento sportivo la staffetta della legalità, vuole dunque essere una sana competizione fra le squadre composte da rappresentanti degli amministratori locali, operatori della giustizia e associazioni di volontariato. Ci si incontrerà e si correrà tutti, adulti e bambini, per un medesimo obiettivo: fare memoria delle vittime innocenti delle mafie e ricordare che il loro sacrificio deve essere per noi stimolo per il nostro impegno quotidiano.

 

 

Scrivi