di Lilia Scozzaro

Mezz’ora di attesa per arrivare al botteghino. Pochissima gente, tutti ragazzi e bambini,. Superata la soglia immagino ci sia un bel po’ di gente, ed invece no.

Mi siedo, assisto alle prove luci, spettacolari, credo lo siano ancor di piu’ quando Alex  Britrti salira’ sul palco e tocchera’ le corde della sua chitarra.  Personalmente ritengo sia  un chitarrista che conosce ed usa  molto bene le corde del suo strumento. Lo definirei “ Mano Lenta Italiana “.  Sono ancora seduta, mi guardo intorno, i suoi Fans lassu’  non aumentano.

10656148_10204786647729211_1982473328_n

C’ e’ una sequenza di canzoni del magico Stewie Womder.  Con la mia fantasia lo vedo  sul palco, il mio piede non riesce a star fermo, segue anche il ritmo di luci bianche, davanti a me, ed intorno una scia di luci colorate. Sullo schermo si legge “  Utilizzate Luci stroboscopiche “ , particolarmente adoperate in   discoteca,  per creare  illusioni ottiche  nel movimento. Ma ecco che il teatro, pian piano, prende corpo, presenti ragazzi e finalmente anche gli adulti. Subito dopo, sempre sullo schermo,  la scritta “ Radio Italia “.

10634311_10204786654769387_1123033528_n

Infatti il concerto verra’ trasmesso “ live “  su “  Radio Italia solo musica Italiana “.  Alla guida della regia, con mia sorpresa, una Donna “ Dimmi tu quando “, dice al microfono, “ Ma subito, adesso! “  Bene! Sta per iniziare, la regia ha dato lo Start. Siamo al buio, appena due minuti, si accendono le luci, Giulio, il batterista e Fabrizio al basso raggiungono la loro postazione, Britti esce per ultimo con grande applauso da parte del pubblico. Inizia con “Sta arrivando anche un po’ d’Africa dal porto di Catania, miscellanea di culture, tra normanni e Mesopotamia, dove soffia un vento caldo, gira tutta la Sicilia, e che arriva in tutta Italia, attraverso una famiglia di braccianti coraggiosi ed intellettuali, che dicevano andiamo via,  non sopportiamo più, non ce la facciamo più, ricominciamo a vivere tra un milione di domande che non sopportiamo più, ricominciamo a vivere. Ho girato e rigirato, per essere accettato da un mondo di ingiustizie, ma da un mondo innamorato.

Ho fatto molte scelte per essere migliore, ho scalato una montagna con i muscoli e col cuore, e adesso che rifletto su quello che c’è in giro, benvenuta Italia mia!  Fino al giorno che respiro”  Canzone del 2013 inserita nell’ album 10656275_10204786649089245_199153029_n“ Bene cosi’ “. Alex spiega le sue  incertezze, raccontate in questo Album, le sue fragilita’ ed i suoi punti di forza.  Tante canzoni che parlano della vita, sogni e Passioni. Seconda canzone “ Gelido “ applausi del pubblico appena iniziano le prime note. Poi “ Piove “  altro successo. “ Come chiedi scusa “ , si chiede , alla persona con cui dividi parte della tua vita,  di uscirne con rispetto, ma purtroppo cio’ non succede,   le persone vanno via in modi diversi,  urlando, sbattendo porte e finestre . “ Però la pazienza ha un limite che io ancora non comprendo.  E tu mentre svuoti il frigorifero  chiedi scusa sorridendo. Tu chiedi scusa sorridendo. Ora siamo in tre.  E viviamo a casa mia. Non ci manca niente,  stiamo bene insieme.  Ma ogni tanto penso ancora, non vorrei sembrare infame, sinceramente preferivo un cane!” Alex decide di fare una pausa,  non vuol essere protagonista da solo, desidera dare spazio anche ai due che lo accompagnano Giulio Rocca alla batteria e Fabrizio Sciannameo al basso, e dice: “ Batteria e Basso spaccano!” Cosi’ Fabrizio, si mette al centro del palco, e si assiste ad un assolo di basso spettacolare, divino! Britti parla di canzoni che per lui sono importanti,  non sono quelle che salgono le vette delle classifiche,  ma brani che  passano inosservati,  fra questi il brano  che ha dato il titolo al suo ultimo Album “Bene cosi’ “ Cantato ed interpretato alla grande. E’  trascorsa un’ora dall’inizio,  Alex, Giulio e Fabrizio si siedono con strumenti in mano, e come quando accadeva anni fa, quando fra amici ci si incontrava  seduti su un muretto, suonando la chitarra e cantando   le canzoni vecchie e nuove,  Britti  inizia una serie di canzoni richieste dal pubblico. Bella la conclusione del concerto con i suoi successi, e’ soddisfatto, poi rimane  in silenzio, un attimo, ci sentiamo  solo noi cantare!

Lilia Scozzaro

Scrivi