RANDAZZO – Continua la protesta dei lavoratori forestali in Sicilia per contestare il mancato rispetto degli impegni presi dalla Regione. Il problema riguarda in particolare i 78isti che hanno iniziato le loro giornate il 28 settembre e avrebbero dovuto terminarle il 31 dicembre, con questa interruzione non le completeranno mai. E’ un fatto gravissimo.

Il Consiglio comunale di Randazzo è stato messo sotto assedio e il Comune occupato, pertanto il presidente del Consiglio, Antonino Grillo e i consiglieri ha deciso di rinviare i lavori per sostenere la protesta dei lavoratori forestali che a Randazzo rappresentano una consistente forza lavoro con la seguente comunicazione:

“preso atto della situazione che si è venuta a determinare in data odierna con l’ennesima sospensione dei lavoratori forestali, vista la presenza massiccia degli stessi in questo civico consesso, al fine di dimostrare la nostra solidarietà ed il nostro sostegno, si sospendono i lavori del consiglio e chiedo così come concordato con tutto il consiglio comunale in una riunione fatta prima che iniziasse il consiglio, che il consiglio comunale voti il rinvio della trattazione dell’argomento all’ordine del giorno di questo Consiglio a giorno 1 Dicembre alle ore 19:00, spostando a giorno 3 Dicembre sempre alle ore 19:00 il consiglio già convocato con prot. n. 18917 del 23-11-2015.”

Stessa giornata il Sindaco Mangione Michele era stato convocato presso la Prefettura di Catania per una riunione urgente sulla mobilitazione a oltranza in tutta l’Isola dei lavoratori forestali che si accende sempre di più.

Appena arrivato al Consiglio i il Sindaco ha comunicato il seguente:

“Oggi pomeriggio alle 15.00 ho ricevuto questa notizia e sono stato convocato un tavolo rotondo presso la Prefettura di Catania, abbiamo partecipato con il Sindaco di Maletto, Maniace e il rappresentante del Comune di Bronte, per rappresentare questa ennesima e rovente situazione che sia per i lavoratori, i sindaci e gli amministratori vivono, con questa ennesima difficoltà non ci consenta di lavorare senza serenità, in Prefettura abbiamo segnalato la rabbia dei lavoratori della forestale che erano stati di nuovo sospesi e in questo momento hanno occupato i comuni della provincia, ho comunicato che al Comune di Randazzo era stato convocato il consiglio comunale che era stato assediato e per tanto era stato sospeso ad altra data, domani a Palermo e stata convocata una riunione della giunta regionale per risolvere un problema di un errore amministrativo, pare che l’utilizzo delle somme sono stati imputati in un capitolo di bilancio sbagliato che deve essere coretto, un errore che ricade sulla pelle dei lavoratori, i sindaci hanno dato la disponibilità per accogliere le loro rimostranza fino a quando il problema sarà risolto.”

Gaetano Fisauli

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi