ROMA – Il presidente della II sezione bis del Tar Lazio ha convocato per domani 8 ottobre alle ore 10 la Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Presidenza della Repubblica e   il Ministero dell’Interno, nell’ambito del ricorso promosso dal Codacons contro il quesito del referendum costituzionale.

Il Codacons ha presentato infatti un ricorso d’urgenza chiedendo al tribunale amministrativo misure cautelari urgenti volte ad ottenere la modifica del testo del referendum, nell’esclusivo interesse dei cittadini e per evitare che la domanda posta agli elettori sia sbilanciata verso il “si” o verso il “no”. Il Tar ha quindi convocato le 3 istituzioni su richiesta del Codacons, “per essere “sentite” ai sensi dell’art. 56, comma 2, c.p.a., ai fini dell’adozione – da parte del Presidente – della richiesta misura monocratica d’urgenza”.

Il nostro ricorso è molto diverso da quello presentato da M5S e Sinistra Italiana – spiega il Segretario Nazionale Francesco Tanasi – I due partiti si battono infatti per il “no” al referendum, mentre l’istanza del Codacons è tesa unicamente a garantire massima equità in favore dei cittadini, attraverso una formulazione del quesito che sia neutra e non atta a condizionare il voto.


-- SCARICA IL PDF DI: Referendum, Il TAR Lazio convoca i vertici dello Stato sul ricorso del Codacons --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata