Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta inviata al premier Matteo Renzi. 

Sig. Presidente del Consiglio Dei Ministri,

il 4 dicembre il popolo italiano sarà chiamato a pronunciarsi attraverso un referendum confermativo.

Il referendum è il più importante strumento di democrazia diretta, è il momento in cui i cittadini, il popolo, imprime la sua volontà su decisioni importanti per la collettività. Particolare importanza rivestono poi i referendum confermativi, che promuovono o bocciano una decisione presa dalle assemblee elettive.

Anche quello che si celebrerà il 4 dicembre, è un referendum confermativo. Non vogliamo entrare nel merito della scelta se votare “si” oppure “no”, né ci permetteremo mai di consigliare di non andare a votare, per noi i referendum sono il momento di massimo rispetto delle scelte effettuate dal popolo quindi, vanno sempre votati.

Vogliamo invece capire, quando importanti siano i referendum per le istituzioni.

Noi siamo i promotori di 4 dei 9 referendum confermativi svolti sino ad ora in Italia, vale a dire quelli di Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea, purtroppo, gli unici referendum confermativi d’Italia a non avere ottenuto l’applicazione dell’esito.

La Regione Siciliana che con le LR 7/13, 8/14, 15/15, 28/15, 5/16, 8/16, 15/16, 23/16, ha tentato in maniera isterica e pasticciata di riformare le ex province, denominandole

“Liberi Consorzi”, di fatto ha regolamentato anche la migrazione da un ente intermedio ad un altro. I comuni e le popolazioni di Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea, nel rispetto della Costituzione Italiana, dello Statuto della Regione Siciliana e delle sopracitate leggi regionali, hanno compiuto in modo regolare e conforme tutto l’iter, referendum confermativo compreso. Purtroppo, nel momento in cui le istituzioni sono state chiamate a rispettare le scelte delle popolazioni espresse per mezzo di un referendum confermativo, hanno dimostrato di non avere nessun rispetto per il popolo.

I DDL contenenti le variazioni territoriali, su richiesta della I Commissione ARS, non sono passati all’esame dell’Assemblea creando un pericoloso precedente in Italia: le istituzioni possono porsi persino sopra il volere del popolo, il referendum confermativo può essere ignorato.

Il Governo siciliano e L’Assemblea Regionale Siciliana hanno inteso in questo modo mortificare i 31.712 cittadini dei quattro comuni che credendo nelle istituzioni e nei valori fondamentali della democrazia , si sono recati alle urne.

Scriviamo la presente, per porvi una domanda: i 31.712 cittadini di Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea, che nel 2014 si sono recati alle urne, con quale spirito si recheranno a votare il referendum del 4 dicembre 2016?

Sappiamo già che sarà molto difficile rispondere, ma noi siamo ostinati, continuiamo a credere nella democrazia, nelle istituzioni, nel rispetto del popolo, quindi crediamo che una risposta, seppur difficile, arriverà.

 

Di seguito, delle tabelle illustrative contenente i dati dei nove referendum confermativi svolti in Italia.

REFERENDUM CONFERMATIVO 7 OTTOBRE 2001

AMBITO: REPUBBLICA ITALIANA

Quesito: « Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 59 del 12 marzo 2001? »
Percentuale votanti     34,10% Totale votanti             16.843.420
Risposta affermativa SI 10.433.574 64,20%
Risposta negativa NO 5.816.527 35,80%
bianche/nulle   593.319  
Totale voti validi   16.250.101 100%
ESITO REFERENDUM APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 15 MAGGIO 2005

AMBITO: REGIONE SICILIANA

Quesito: « Approvate il testo della legge recante norme per l’elezione diretta del Presidente della Regione siciliana a suffragio universale e diretto. Nuove norme per l’elezione dell’Assemblea regionale siciliana. Disposizioni concernenti l’elezione dei consigli comunali e provinciali, approvato dall’Assemblea Regionale e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 48 del 12 novembre 2004? »
Percentuale votanti     16,85% Totale votanti                 833.538
Risposta affermativa SI 369.116 56,55%
Risposta negativa NO 283.553 43,45%
bianche/nulle   180.869  
Totale voti validi   652.669 100%
ESITO REFERENDUM APPLICATO

 

 

 

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 25-26 GIUGNO 2006

AMBITO: REPUBBLICA ITALIANA

Quesito: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche alla Parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 269 del 18 novembre 2005?»
Percentuale votanti     52,46% Totale votanti             26.110.925
Risposta affermativa SI 9.970.513 38,71%
Risposta negativa NO 15.783.269 61,29%
bianche/nulle   357.143  
Totale voti validi   25.753.782 100%
                                      ESITO REFERENDUM APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 21 ottobre 2007

AMBITO: REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Quesito: « Approvate LA legge regionale intitolata “Legge statutaria della Regione autonoma della Sardegna” approvata dal Consiglio Regionale il 7 marzo 2007, ai sensi dell’articolo 15, secondo comma, dello Statuto speciale, e pubblicata nel Bollettino ufficiale della regione numero 9 del 19 marzo 2007? »
Percentuale votanti     15,57% Totale votanti                 228.438
Risposta affermativa SI 72.404 32,08%
Risposta negativa NO 153.258 67,91%
bianche/nulle   2.776  
Totale voti validi   225.662 100%
ESITO REFERENDUM APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 9 FEBBRAIO 2014

AMBITO: PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

Quesito: « Approvate il testo della legge concernente “Partecipazione civica in Alto Adige” approvata dal Consiglio provinciale il 6 giugno 2013 e pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione n. 26 del 25 giugno 2013? »
Percentuale votanti     46,70% Totale votanti                  191.422
Risposta affermativa SI 55.633 29,30%
Risposta negativa NO 134.409 70,07%
bianche/nulle   1.380  
Totale voti validi   190.042 100%
ESITO REFERENDUM APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 13 LUGLIO 2014

AMBITO: COMUNE DI GELA

Quesito: « Sei favorevole ad aderire al libero consorzio di comuni di Catania, istituito dall’art. I della legge regionale 24 marzo 2014, n. 8, come deliberato con atto di consiglio comunale n. 69 del 28/5/2014? »
Percentuale votanti     36,14% Totale votanti                    23.724
Risposta affermativa SI 23.442 99,27%
Risposta negativa NO 181 0,73%
bianche/nulle   102  
Totale voti validi   23.623 100%
ESITO REFERENDUM NON APPLICATO

 

 

 

 

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 21 SETTEMBRE 2014

AMBITO: COMUNE DI PIAZZA ARMERINA

Quesito: « Sei favorevole ad aderire al libero consorzio di comuni di Catania, istituito dall’art. I della legge regionale 24 marzo 2014, n. 8, come deliberato con atto di consiglio comunale n. 48 del 23/07/2014? »
Percentuale votanti    21,60% Totale votanti                     4.905
Risposta affermativa SI 4.481 92,43%
Risposta negativa NO 367   7,57%
bianche/nulle   57  
Totale voti validi   4.848 100%
ESITO REFERENDUM NON APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 21 SETTEMBRE 2014

AMBITO: COMUNE DI NISCEMI

Quesito: « Vuoi che il Comune di Niscemi si distacchi dal Libero Consorzio di Caltanissetta e aderire al Libero Consorzio di Catania? »
Percentuale votanti     10,15% Totale votanti                     2.539
Risposta affermativa SI 2.426 96,38%
Risposta negativa NO 91 3,62%
bianche/nulle   22  
Totale voti validi   2.517 100%
ESITO REFERENDUM NON APPLICATO

 

REFERENDUM CONFERMATIVO 23 NOVEMBRE 2014

AMBITO: COMUNE DI LICODIA EUBEA

Quesito: « Sei favorevole ad aderire al Libero Consorzio Comunale Ragusa, istituito dall’art. 1 della L.R. 24/3/2014 n. 8 come deliberato con atto di Consiglio Comunale n. 18 del 27/9/2014? »
Percentuale votanti     15,13% Totale votanti                         544
Risposta affermativa SI 522 96,68%
Risposta negativa NO 18   3,32%
bianche/nulle   4  
Totale voti validi   540 100%
ESITO REFERENDUM NON APPLICATO

 

 

 

 

 

 

 Filippo Franzone                         Salvatore Murella                                       Luigi Gualato                             Gaetano Buccheri

Coordinatore CSAG                         Portavoce Comitato Pro                            Portavoce Comitato                     Portavoce Consulta

Referendum                                     per i Liberi Consorzi

 

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: Referendum, la delusione di Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata