CATANIA – Il PCI lancia in questi giorni la campagna nazionale “La Costituzione fa scuola. Il 4 dicembre un NO per la democrazia e la scuola pubblica”. Consideriamo, infatti, un unico impegno la battaglia referendaria per salvare la Costituzione e l’opposizione alle scelte del governo sulla scuola-ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

La controriforma costituzionale così come la legge 107 (beffardamente annunciata come la” buona scuola”) sono frutti velenosi di un’identica logica e di medesimi interessi.

Una logica autoritaria e oligarchica che verticalizza le decisioni, smantella la democrazia, determina esclusione e passività.

La tappa catanese della campagna sarà un’assemblea che si terrà sabato 29 Ottobre a Scenario Pubblico (via  Teatro Massimo 16) dalle ore 18,30.

Coordina Cristina Bonfante (insegnante, PCI Catania). Introduce Luciano Daniele (Comitato per il No). Intervengono Ernesto De Cristofaro (ricercatore Università di Catania) e Alessio Grancagnolo (studenti per il NO).Finisce Luca Cangemi (responsabile nazionale scuola PCI).


-- SCARICA IL PDF DI: Referendum, le ragioni del PCI per il NO --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata