CATANIA –Basta un “SI” per cambiare e dare un segnale di unione e responsabilità al nostro Paese. Con queste parole la consigliera comunale di Catania Ersilia Saverino ha aperto la conferenza dei servizi organizzata nella splendida cornice del lungomare del capoluogo etneo. Un appuntamento per informare e documentare, in modo consapevole e cosciente, sulla riforma della Carta Costituzionale. Una questione dibattuta da oltre 30 anni. “I principi fondamentali restano intoccabili- sottolinea la consigliera Saverino-. Noi focalizziamo la nostra attenzione, quindi, sulla seconda parte che riguarda il funzionamento delle nostre istituzioni per adeguarle ai tempi attuali. Anche i padri costituenti, in un paese uscito a pezzi dalla II guerra mondiale, auspicavano una modifica della Carta Costituzionale”. Accanto a lei, al tavolo dei relatori, gli onorevoli Valeria Sudano, Luca Sammartino, Federico Gelli della commissione parlamentare per la semplificazione e il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone. Presenti, in una platea piena in ogni ordine di posto, il presidente dell’ordine dei Medici di Catania Massimo Buscema, il presidente dell’Ordine di Siracusa Mereddu, il presidente dell’Ordine dei Medici di Ragusa D’Amanti, il presidente dell’Ordine dei Medici di Enna Mancuso e il Magnifico Rettore dell’università di Catania Giacomo Pignataro.  “ Un paese diviso non evolve, non cresce e non va da nessuna parte- continua Saverino- Il 4 dicembre possiamo scegliere di cambiare in meglio oppure decidere di non cambiare nulla: da una parte c’è la speranza, dall’altra, invece, la rassegnazione; sta a noi decidere cosa fare.

-- SCARICA IL PDF DI: Referendum, le ragioni del SI' secondo Ersilia Saverino --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata