divano

 

porta 1

 

Enrico Meli

Enrico Meli

I Carabinieri della Compagnia di Nicosia, ieri sera, hanno arrestato in flagranza di reato il 34enne Enrico Meli di Regalbuto per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.
Nel primo pomeriggio di ieri, dopo una chiamata al 112, una pattuglia è intervenuta nell’abitazione dell’uomo dove era stata segnalata una lite. Giunti sul posto i militari hanno avuto modo di accertare che il 34enne, in preda a una forte rabbia, si era scagliato contro il fratello e i propri genitori aggredendoli violentemente e lanciando loro qualsiasi suppellettile presente in casa, anche mobili e sedie.
Le Forze dell’Ordine hanno bloccato Enrico Meli con gli abiti sporchi di sangue, segno della violenta colluttazione. Durante il sopralluogo è stato anche constatato di come l’appartamento fosse stato messo completamente a soqquadro (mobili spezzati in due, vetri sparsi dappertutto). Il personale del 118 che è giunto poco dopo ha visitato aggressore e vittime riscontrando ferite lacero contuse, alcune delle quali molto profonde e necessarie di punti di sutura. I familiari per sfuggire all’ira del loro parente si erano rinchiusi all’interno della cucina nell’attesa dell’arrivo dei Carabinieri ma il 34enne, dopo aver infranto il vetro con un pugno, è entrato dentro il locale lanciando loro di tutto. Secondo quando accertato la lite era generata per futili motivi, riconducibili alle condizioni meccaniche dell’autovettura di famiglia.
Enrico Meli aveva già precedenti specifici infatti poco più di un anno fa, il 6 luglio 2014, era stato arrestato in flagranza di reato per gli stessi reati commessi ai danni dei genitori. Proprio qualche giorno fa era ritornato a casa dopo la detenzione in carcere per maltrattamenti in famiglia.
Al termine delle formalità di rito è stato nuovamente tradotto dietro le sbarre, presso la Casa Circondariale di Enna, come disposto dal Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi