PALERMO – “Il Governo regionale riferisca se risponde al vero che la Regione siciliana ha debiti per quasi tre milioni di euro con i fornitori di servizi prestati in occasione di Expo Milano 2015”.
A chiederlo è il deputato Gino Ioppolo (Gruppo Lista Musumeci), che insieme ai parlamentari del Gruppo, Formica e Musumeci, ha presentato un’interpellanza al Presidente della Regione, all’Assessore dell’Economia e all’Assessore delle Attività produttive.
Nell’interpellanza si chiede anche di conoscere la reale situazione debitoria della Regione per Expo, a quanto ammonta il totale dei servizi acquistati da fornitori esterni, quali sono stati pagati e in quale modo si intendano onorare gli eventuali ulteriori debiti.
“Nel corso dei sei mesi di esposizione – sottolinea Ioppolo – numerose aziende siciliane, stilando un regolare accordo di fornitura con l’Assessorato delle Attività produttive, hanno prestato la loro attività affinché la Sicilia potesse ottenere un buon risultato in termini di presenze e scambi internazionali. Eppure, sembrerebbe che ad oggi la Regione non abbia provveduto al pagamento di un certo numero di fatture, per un importo di circa tre milioni di euro”.

“Se questa notizia fosse confermata – conclude – la Regione potrebbe subire un danno erariale di svariati milioni di euro, calcolando le spese legali, gli interessi e le penali inserite nei contratti di fornitura”.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi