PALERMO – “Per paura di una foto con la cravatta scomposta mentre votano l’aumento della spesa per i gruppi parlamentari all’Ars, rimandano l’aula alla settimana prossima, mentre la Sicilia piange miseria”. A dichiararlo è stato il deputato M5S, Matteo Mangiacavallo, intervenuto in aula durante la discussione della cosiddetta manovrina finanziaria. “In aula – ha continuato Mangiacavallo – sentiamo spesso il termine responsabilità, ebbene a non conoscerne il significato sono i deputati della maggioranza, quella stessa maggioranza che non si presenta dal 10 agosto per meri interessi di bottega e quando lo fa ritiene una priorità cambiare la legge elettorale o aumentarsi la spesa per i gruppi parlamentari piuttosto che occuparsi dei veri problemi dei cittadini”.

“Abbiamo più volte chiesto sia in aula che in conferenza di capigruppo di dare priorità alle norme che avrebbero una priorità per l’interesse dei siciliani – aggiungono i deputati – , dai consorzi di bonifica al servizio per i disabili, dalle ex province ai lavoratori e precari. Più volte abbiamo offerto a questa maggioranza, arrogante e sfilacciata di votare norme di interesse concreto per i cittadini, ma a questa agenda, hanno preferito la legge elettorale. Oggi non solo non hanno i numeri per farsi approvare le norme, ma pretendono di farsele approvare da noi”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi