PALERMO –  “L’esame di questa manovra finanziaria appare essere un rito stanco e dovuto, senza alcuna passione, senza alcun coinvolgimento. L’assenza del presidente Crocetta, che dimostra di non conoscere il galateo istituzionale, e di quasi tutta la maggioranza, confermano quanta arroganza e rassegnazione ci siano nell’area del governo. Lo ha dichiarato l’esponente dell’opposizione all’Ars Nello Musumeci, intervenendo in Aula nel dibattito sul bilancio e la legge di stabilità.
“Dove sono le risorse per lo sviluppo dell’Isola  – ha aggiunto Musumeci – se la programmazione delle risorse comunitarie rimane ancora un oggetto misterioso? Chi deve avviare le riforme, se da tre anni il governo regionale continua a fare macelleria sociale, mantenendo peraltro in vita enti improduttivi e parassitari? Questa è una Regione ormai commissariata dal governo Renzi e lei, assessore Baccei ne è l’esecutore: mi ricorda quel Gaio Verre, governatore romano spedito in Sicilia, che nel 70 avanti Cristo venne processato per avere imposto ai siciliani soltanto pesanti tributi e indicibili sacrifici”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi