PALERMO – «Autorevoli quotidiani, tradizionali e online, segnalano il rischio di un ritorno alla stagione del consociativismo parlamentare a Sala d’Ercole.

Il comunicato unitario di tutto il centrodestra siciliano avrebbe dovuto ispirare ben altre letture ma, evidentemente, occorre più chiarezza da parte nostra: nessun inciucio, nessuna maggioranza di larghe intese, nessun aiuto a un governo inadeguato e clientelare». Lo afferma Nello Musumeci, deputato del centrodestra a Sala d’Ercole.

«Oggi il sentimento più diffuso tra i siciliani è la disillusione. Per questo la posizione assunta dal centrodestra è improntata a grande senso di responsabilità. Occorre restituire la parola al popolo, è vero. Ma di qui a quando questo sarà possibile è necessario che il parlamento approvi urgenti leggi di riforma – a cominciare da quella elettorale, con la doppia scheda e abolizione del listino – smettendola di giocare a inseguire il Pd o i suoi alleati».

Scrivi