CATANIA – Francesco Tanasi, presidente del Codacons, dichiara: “Siciliani nel baratro: la crisi mette in ginocchio mezza Sicilia”

A confermarlo sono i dati ISTAT del 2014 dai quali risulta che ben il 54,4% dei siciliani versa in una condizione economica di povertà. Statistiche che conferiscono all’isola il triste primato di ‘regione più povera di’Italia’. La percentuale è altissima e costringe più di una famiglia su due a vivere in una stato di deprivazione. Sempre crescente, infatti, il numero delle persone costrette a rinunciare a cure mediche pur di garantirsi un pasto.

Non si fa attendere la reazione del Codacons che attraverso il Segretario Nazionale Franco Tanasi chiede al Governo regionale e nazionale di dichiarare lo Stato d’emergenza miseria in Sicilia. La condizione in cui versano oggi la maggior parte dei Siciliani è frutto della crisi e della cattiva politica.

Ciò drasticamente in controtendenza rispetto a quanto si prefigge l’Unione Europea negli obiettivi di politica sociale previsti nell’ambito della strategia europea 2020.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi