ACIREALE – Si è svolta stamattina al Palazzo di Città, la conferenza stampa di presentazione della Tekra srl e del nuovo piano di Raccolta Differenziata. Sono intervenuti il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Fichera, il direttore tecnico della Tekra Srl Alessio Balestrieri e il capo ufficio tecnico della Tekra Srl, Giacomo Conte.

Da domani, sabato 1 ottobre la Tekra srl, aggiudicataria del servizio di Raccolta Differenziata, subentrerà nelle attività di igiene urbana del Comune di Acireale. Due le grandi novità: la Raccolta “porta a porta” estesa all’intero territorio cittadino e l’introduzione del sistema di tracciabilità dei rifiuti urbani ai fini della tariffazione puntuale. Il primo punta a un incremento della percentuale di raccolta differenziata e al raggiungimento in un breve termine dei dettami di legge vigenti in materia; il secondo, invece, ha l’obiettivo di premiare i cittadini virtuosi attraverso l’applicazione equa e puntuale della TARI.

 “Tutti insieme dovremo lavorare per arrivare all’obiettivo di migliorare il decoro e la pulizia della nostra città ed innalzare gli indici di differenziata.- ha dichiarato l’assessore Fichera.- Inizia una nuova era, da 10 anni si attendeva una svolta e  Acireale svolterà davvero perché cambia  sistema, si passa alla raccolta differenziata porta a porta e perché saranno premiati i cittadini virtuosi. Confidiamo nella qualità del servizio e sono inoltre previsti dei servizi aggiuntivi che qualificano l’offerta della Tekra: la dotazione di cestini, posacenere e campagne di informazione e sensibilizzazione”. Il cronoprogramma delle attività che la Tekra srl intende porre in atto, prevede, entro i primi 30 giorni, la ricognizione del territorio finalizzata a verificare le condizioni di viabilità e il censimento completo delle utenze domestiche e non domestiche. L’avvio del servizio sarà immediato e a regime con tutte le attività collaterali come lo spazzamento e il diserbo. Per il servizio di raccolta, invece, fino alla definizione dei dettagli di scopo, tutto rimarrà invariato. Il territorio sarà suddiviso in zone trattate in maniera calendarizzata e prefissata già nei primi tre mesi. Tale ripartizione consentirà un’azione di monitoraggio e screening della risposta da parte delle utenze che attiverà un processo di azioni correttive finalizzato al miglioramento del servizio.

“E’ un momento importante per la città. Finalmente siamo giunti alla stipula di un contratto settennale. Adesso inizia una sfida, un netto cambio di mentalità, un cambiamento culturale. Dobbiamo innanzitutto comprendere che l’epoca del conferimento in discarica è  finita, occorre avviare nel più breve tempo possibile la differenziata e questo ci aiuterà anche a mantenere la città più pulita., – ha dichiarato il sindaco-. Ci saranno mesi di incontro e informazione, prima di avviare il nuovo servizio tutti dobbiamo comprendere con chiarezza come funzioni”. Entro i primi sei mesi tutte le utenze domestiche e non domestiche saranno raggiunte da addetti alla sensibilizzazione che, attraverso un sistema collaudato di riscontro, consegneranno loro il kit completo alla raccolta differenziata previsto dal capitolato d’appalto e tutti i materiali informativi ed educativi circa le buone pratiche domestiche. Inoltre ogni introduzione di servizio o cambio di modalità dello stesso sarà preventivamente comunicato all’utenza attraverso l’affissione di manifesti informativi. Erano presenti in conferenza stampa anche il delegato dell’Ufficio Speciale Raccolta Differenziata della Regione Siciliana, Nicola Russo, e il deputato regionale Nicola D’Agostino.

 La Tekra srl, che opera da anni nel campo della Raccolta Differenziata, ha in particolare considerazione la comunicazione e l’informazione del cittadino. Azioni fondamentali per ottenere risultati positivi complessivi. Ciò è testimoniato dai successi che l’azienda annovera in Sicilia prima e in Italia poi. Basti guardare a Gela che in soli 40 giorni ha raggiunto il 50% di RD o a Belpasso, (gestito da Balestrieri Appalti, azienda del gruppo), che ha già toccato quota 70%.

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: Rifiuti, anche ad Acireale la differenziata --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata