SANTA MARIA DI LICODIA – L’associazione culturale La Locomotiva e Music Club Ai Pini, con il patrocinio del Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto, del BioDistretto Valle del Simeto e del Parco dell’Etna, presentano la settima edizione del festival Rigenera, ideato da Salvo Dub, che si terrà a Santa Maria di Licodia (contrada Schettino) il 10 settembre.  Distintosi nel corso degli anni per l’attenzione all’ambiente, alla cultura e all’arte, quest’anno il festival punta sul cibo e sul suo legame col territorio, all’interno di una cornice che ne esalta il significato: il processo di rigenerazione della Valle del Simeto.

Il connubio tra cibo e consumo critico, quale volano di sviluppo e innovazione, è il cuore dell’evento. Si parte dalla ricca tradizione del luogo, che racconta storie sulla società e sulla cultura, fino a far rivivere le identità collettive locali, nell’ottica di una maggiore consapevolezza sociale ed economica.  Il cibo e la cultura, quindi, come simbolo di partecipazione condivisa. Agri-culture!

In linea con il tema e con l’imponente progetto portato avanti dalle associazioni della Valle del Simeto, è la decisione di realizzare l’evento all’interno dell’azienda agricola Fattoria Sociale l’Agora’. Pratiche di democrazia partecipativa, tutela proattiva del RIGENERAterritorio, rigenerazione rurale, urbana e culturale sono gli obiettivi delle associazioni vallive riunite dal Presidio Partecipativo, all’interno della più ampia cornice del Patto di Fiume, l’innovativo sistema di relazioni tra istituzioni, università e realtà sociali agenti sul territorio, come Gammazita, Rifiuti Zero e Museo ReBa.

A questo si ispira la settima edizione del Rigenera, festival sempre attento a dar voce al territorio e ai legami che in esso si creano e si intrecciano. Un momento di buona musica, di cultura e di condivisione, che non dimentica la responsabilità collettiva dell’uomo verso la propria terra, la bellezza dell’aggregazione consapevole e la fondamentale azione della partecipazione attiva. Agri-culture solidali!

L’impegno sociale esaltato dalla forza espressiva delle arti è il filo rosso che ha guidato la scelta degli ospiti, che si esibiranno durante il corso della giornata: dagli Almamegretta, gruppo musicale tra i più premiati della scena musicale italiana (tre Targhe Tenco) che si è avvalso di collaborazioni con artisti nazionali (Pino Daniele) e internazionali (Massive Attack), ai NU (Naked Universe), il duo brasiliano che porta sul palco una musica che parte dall’elettronica arrivando al classico pop Toxic, passando per rivisitazioni della canzone francese del seicento. Sarà, inoltre, presente Salvatore Sultano, compositore e produttore siciliano, che nella Music For Eleven Instruments ha saputo unire magistralmente in un’immaginaria orchestra percussioni, ottoni elettronica e pop. E poi ancora B.o.s. (Babil On Suite) e Scuola Popolare Sambazita che proporranno un innovativo combo tra synth, campionature e strumenti acustici, un progetto ricco di sfumature, frutto di un laboratorio partecipativo di percussioni autoprodotte per la creazione di suoni afro-brasiliani.  Sonia Brex (Vocals, Synthesizer, Piano-Sampler) e Andrea “Lapsus” (Visual Art) riprenderanno la dissacrante arte del dadaismo del secolo scorso, puntando all’anarchia della bellezza sonora conservatrice però della poetica e dell’armonia.

Spazio anche agli artisti di strada: gli Ursino Buskers, giocolieri, circensi, musicanti, attori, acrobati coloreranno con la loro allegria l’intera giornata. L’eletronic disco sarà rappresentata dai Polosid, progetto elettronico tutto italiano, che mescola suoni a 8 bit e synth d’epoca con una pancia di suono tutta contemporanea, come se suonassero rock’n’roll dentro una partita di Super Mario. Silicio post Kraftwerk e cuore diviso a metà tra il senso del funk e la ruvidezza del punk: a partire dall’abbigliamento futurista, segmentato da linee di led e dall’atipica strumentazione che incrocia elettricità, synth e computer.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi