Riparte la microchippatura gratuita. Tutto pronto per il censimento dei randagi
0%Punteggio totale
Voti lettori: (0 Voti)
0%

Catania. Il randagismo è un problema attuale e di grande impatto sociale e ambientale. Per questo motivo, è stato istituito un tavolo tecnico presso l’assessorato all’Ambiente del Comune di Catania per affrontare una serie di tematiche che riguardano la questione degli animali in città. Presenti l’assessore Rosario D’Agata, il direttore della struttura Salvatore Cocina, il responsabile dell’Ufficio Diritti animali Carmelo Oliveri, la consulente del sindaco Enzo Bianco per il randagismo Gabriella Barchitta, il Caposettore Medicina veterinaria dell’Asp 3 Tonino Salina, il direttore del servizio di Igiene urbana veterinaria Carmelo Macrì, i dirigenti veterinari Salvatore Rubbino e Giuseppe Rapisarda. Nel corso dell’incontro, è stata stabilita la nuova linea guida per fronteggiare quella che in certi quartieri è una vera e propria invasione, di poveri randagi abbandonati al loro destino. Si procederà eseguendo innanzitutto un censimento dei branchi. Per poterlo mettere in atto saranno coinvolti diversi sogetti: Vigili urbani, funzionari dell’ecologia, operatori ecologici, giardinieri,le associazioni e i tutors. Per rafforzare ulteriormente la squadra operativa, si è deciso di tenere al più presto una riunione operativa con lo scopo di coinvolgere i volontari di tutte le associazioni animaliste presenti e operanti a Catania. Secondo quanto deciso le operazioni partiranno da Librino.
Dal prossimo 1 novembre cominceranno le sterilizzazioni dei cani, riservate solo a quelli censiti; riprenderanno gli appuntamenti in piazza con la microchippatura gratuita, duranti i quali si potranno anche adottare gli animali provenienti dai canili convenzionati con il comune di Catania.
Nicoletta Castiglione

Scrivi