di Elisa Guccione

CATANIA – La storia di Romano Cecconi diventato poi Romina, grazie ad una delicata operazione che avrebbe per sempre coronato il suo sogno di essere donna a tutti gli effetti, inaugura la terza edizione della rassegna teatrale di “Palco Off” curata da Francesca Vitale.

Dodici i testi in programmazione da novembre a maggio, scritti dagli stessi attori, fuori dai soliti schemi e non finanziati dal consueto circuito tradizionale. Ottima la scelta di condensare emozioni diverse come divertimento, impegno civile, riflessione su temi scomodi come l’identità di genere di “Romanina”, ma anche la rivisitazione di alcuni classici come “Hamletelia” in cui i simboli delle più grandi opere shakespeariane vengono analizzati da una diversa prospettiva fino ad assaporare il ritorno de la Commedia dell’Arte con “Le Memorie di Arlecchino” oppure “Tre desideri” vincitrice per l’originalità al Festival di Edimburgo.

Rappresentazioni internazionali raccontate nei diversi palcoscenici di festival più o meno alternativi o trasversali approdano alla Sala Chaplin dando un contributo importante alla vita culturale catanese nella speranza di riportare la gente a teatro.

Elisa Guccione

 

A proposito dell'autore

Passionale, grintosa ed innamorata del suo lavoro. Abbandona la carriera giuridica per realizzare il suo sogno: scrivere. Testarda e volitiva crede nella forza trascinatrice dei propri sogni e combatte per realizzarli. Sempre pronta con il suo inseparabile registratore a realizzare un’intervista. Si occupa di Teatro e Comunicazione da anni. Non ha paura delle sfide, anzi, la stimolano ad andare avanti.

Post correlati

Scrivi