Il costruendo porto turistico di Riposto  e lo  sviluppo di collaborazioni  turistiche, economiche  e  culturali  tra  Riposto e Paesi emergenti dell’area Medio orientale, quali la Turchia  e l’Azerbaigian. Sono stati questi  i temi che hanno interessato  stamane l’incontro tra il sindaco di Riposto, dott. Vincenzo Caragliano e i rappresentanti in Sicilia della Repubblica di  Turchia,  console Domenico Romeo  e  della Repubblica dell’ Azerbaigian, console  Domenico Coco.  All’incontro che si è svolto al Palazzo Municipale sono stati  presenti, oltre al sindaco,  il senatore Giuseppe Pagano, componente la Commissione Parlamentare  degli Italiani nel mondo, l’assessore alla Cultura e Turismo e vicesindaco prof. Gianfranco Pappalardo, gli assessori Francesco Grasso e Antonio Di Giovanni, la responsabile dell’ufficio Cultura Rosalba Longhitano ed il prof. Orazio Pistorio,  co-direttore del Museo del Cinema di Siracusa ed addetto stampa del console Romeo.

Nel porgere il benvenuto agli ospiti il sindaco ha evidenziato il ruolo e le potenzialità che ricopre  la sua  città, ben conosciuta oggi  nel campo nautico da diporto come porto dell’Etna, uno dei più attrezzati porti turistici del meridione, e come porto commerciale negli anni passati. Oggi  Riposto  per la sua collocazione naturale a 20 Km dall’Etna, a 25  Km da Taormina, altrettanti da Catania e con le prospettive della  messa in funzione di un secondo porto turistico, già parzialmente ultimato, unitamente ad un ulteriore  completamento e potenziamento  dell’esistente porto  commerciale,  desidera candidarsi come meta turistica  e commerciale  della Sicilia  ed in particolare  della costa orientale, con la prospettiva  di potersi proporre per ospitare anche traffico crocieristico, che oggi  purtroppo costringe  molte  navi  a sostare  in rada  nella baia di Taormina. Progetti molto  ambiziosi  ma  per la tenacia  e lungimiranza del  sindaco e dei suoi collaboratori potranno avere una sicura  realizzazione, grazie  al supporto burocratico che  la Municipalità è disposta  a garantire, e alla professionalità e  capacità imprenditoriale delle aziende locali e di investitori esteri  che hanno già mostrato interesse a  partecipare.  Strutture turistiche esistenti di diversa categoria, unitamente ad altre da realizzare, abbinate  alle bellezze del territorio e di tutto l’hinterland, sono  il giusto connubio  per poter assicurare servizi  adeguati con il  massimo confort.

In questo contesto  l’ormai consolidato collegamento giornaliero aereo tra Istanbul e Catania e  l’attenzione che non solo i cittadini turchi, ma anche altri fruitori  di questo volo provenienti da tutte le parti del mondo e che prediligono l’hub di Istanbul, così come ha evidenziato il console Romeo, potrebbe giovare al progetto di incremento turistico. In questa  ottica  anche l’interesse  di investitori stranieri  potrebbe  risultare vantaggioso in considerazione  del ruolo e del patrimonio culturale che oggi la Sicilia ed in particolare le innumerevoli mete turistiche dell’isola possono offrire.  Il console  Domenico Coco, da parte sua, ha presentato in modo molto chiaro le potenzialità e l’interesse che oggi investitori dell’Azerbaigian  hanno  rivolto all’Italia ed  in particolare alla Sicilia, rendendosi disponibile a promuovere iniziative che possano  interessare i  due Paesi.   Nell’apertura  del  Paese  da lui rappresentato  verso collaborazioni e sinergie con i Paesi esteri, il console Coco ha fatto presente  che l’Azerbaigian  ospiterà  nei prossimi giorni i Giochi Europei della Gioventù ed ha formalmente invitato  il sindaco a recarsi a Baku.

Il senatore Pagano,  per il ruolo da lui ricoperto in Parlamento, ha proposto  al  sindaco, rendendosi  lui stesso parte attiva del progetto,  di poter organizzare proprio a Riposto, degli incontri  con investitori esteri ed in particolar modo con eminenti figure di  nostri connazionali che all’estero  si sono contraddistinti nel campo  imprenditoriale e culturale e che potrebbero adeguatamente, tramite i loro canali,  fare realizzare  il progetto  di incremento commerciale  e turistico voluto dal sindaco. L’assessore  Pappalardo  ed  il sindaco  hanno ben condiviso  questa  proposta e si sono  resi immediatamente disponibili a  mettere in campo delle sinergie comuni chiedendo ai consoli presenti, in virtù del loro ruolo, di  veicolare progetti che possano dare lustro a Riposto ed al suo hinterland.

È stata bene accolta da parte dell’assessore alla Cultura, la proposta da parte del console Romeo, di poter  inserire Riposto  fra le tappe di una  mostra itinerante  di pittura Ebru che, in collaborazione con il Ministero della Cultura della Turchia, già dal mese di aprile ha fatto tappa in diverse località dell’isola. Questa antica pittura che risale ad oltre  2000 anni fa sta  riscuotendo il plauso di docenti e studenti delle più prestigiose Accademie di Belle Arti e Licei Artistici  per la speciale tecnica  usata di pittura sull’acqua, conosciuta anche come tecnica turca della pittura marmorizzata. Di concerto con gli impegni in altre località sarà individuata una data utile  per ospitare questa mostra in una prestigiosa struttura  offerta dalla Municipalità  abbinandola  ad altri eventi ed internazionali in programma.  L’incontro si è concluso con uno scambio di doni e con l’augurio che adeguate sinergie comuni  in tutti i campi possano a breve portare dei benefici a Riposto ed alla Sicilia tutta.

Scrivi