Il rettore dell’Università di Palermo, finisce nella graticola dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e dell’Assostampa per chiarire sulla selezione per la figura di giornalista, bandita tramite una procedura d’urgenza dettata da Sintesi s.r.l., una partecipata che ha come socio unico l’Ateneo palermitano. Qualcosa, infatti, non torna: il bando appare solo sul sito dell’Università e per soli 5 giorni, la durata del periodo lavorativo è davvero risicata, solo un mese, la retribuzione, al contrario, di tutto rispetto, 8mila euro. In attesa di una risposta ufficiale ci sia permesso pensar male. Per il momento: bocciato

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi