Bis per Rosario Crocetta, che per la seconda volta viene rinviato a giudizio per diffamazione. Stavolta dal  Tribunale di Gela, la persona offesa invece è l’imprenditore Salvatore Lo Cascio, all’epoca  dei fatti datore di lavoro di Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della Regione per il M5S. Già nel settembre scorso il governatore siciliano era stato rinviato a giudizio per delle dichiarazioni che aveva improvvidamente espresso nei confronti del deputato regionale Nello Musumeci. La fedina penale di Rosario Crocetta sta diventando importante. Sarà la carica di governatore di Sicilia che porta male? Bocciato!

Scrivi