CATANIA – Stamani, alla presenza dei giornalisti, simbolico passaggio di consegne in SAC fra il presidente e l’ad uscenti, Salvatore Bonura e Gaetano Mancini, e i nuovi vertici nominati ieri, lunedì 25 luglio, dall’assemblea dei soci: Daniela Baglieri, nel ruolo di presidente, e Ornella Laneri in quello di amministratore delegato che hanno esordito ringraziando la compagine sociale per la fiducia nei loro confronti.

“Accetto questo incarico con spirito di servizio per la mia terra – ha detto la Baglieri – non l’ho mai messo in conto e ci ho riflettuto tanto prima di accettare. Si parla tanto di smart cities, ma servono anche “smart people”. Per questo guardo all’Aeroporto di Catania come l’infrastruttura che, nel prossimo futuro, faccia tornare i nostri giovani a lavorare e produrre in Sicilia. Lavoreremo per compattare la governance e ristabilire serenità consapevoli che migliorare gli attuali indici di redditività di Sac sarà una bella scommessa”.

Umiltá, rispetto, determinazione e voglia di crescere sono i temi esposti dalla neo ad Laneri, che precisa: “Questo incarico non l’ho agognato, l’ho meritato. E so che con la presidente dovremo faticare tanto: perché una cosa è prendere le redini di un’azienda in crisi, altra cosa é raccogliere il testimone di una società in buona salute come Sac. Dovremo dimostrare di fare ancora meglio, nel solco delle linee guida già avviate”. Al termine dell’incontro con la stampa i vertici uscenti, insieme con il vicedirettore generale e accountable manager di Sac, Francesco D’Amico, e il responsabile marketing e commerciale, Daniele Casale, hanno accompagnato la presidente Baglieri e l’ad Laneri in un breve tour all’interno del terminal. Nel primo pomeriggio incontro informale in azienda con i dipendenti dei vari settori di attività della Sac.

Il rettore, prof. Pietro Navarra, a nome della comunità accademica, ha espresso  le congratulazioni ed i più sinceri auguri di buon lavoro alla prof.ssa Baglieri per il prestigioso incarico, che costituisce motivo di soddisfazione per tutta l’Università degli Studi di Messina.

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi