CATANIA – Sac informa che si è tenuto oggi il consiglio di amministrazione della società. Il Cda, all’unanimità, alla presenza dell’intero collegio sindacale, in ordine all’accertamento dei requisiti di ciascuno dei componenti del Cda stesso, ha constatato l’opportunità dell’integrazione della documentazione a oggi prodotta dai componenti. Ai sensi dell’art. 23, comma 3 dello Statuto, il collegio sindacale procederà a suddetto accertamenti.

Questa la nota ufficiale della Sac, la società che gestisce i servizi aeroportuali,  che ha scatenato la reazione dello storico “antagonista” Pietro Agen, presidente regionale di Confcommercio: “L’art.23 dello statuto della Sac è chiarissimo! I requisiti o si hanno o non si hanno, non ci sono le vie di mezzo!  Come al solito a Catania,  come e più che in Sicilia si cerca di aggirare i problemi non affrontandoli! Per altro il problema Sac è chiaramente collegato al mancato rinnovo della Camera di Commercio (l’assessore Lo Bello, ma comincio a vergognarmi a chiamarla assessore, ha partorito un nuovo decreto che come avevamo per altro previsto contiene un nuovo errore, che consentirà  un nuovo rinvio)! Solo la Magistratura o un commissario come dice Buttafuoco potrà  salvare la Sicilia!”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi