di Maria Morelli

E’ iniziata ieri la XIII edizione della sagra della noce, che  prosegue ancora sino a domani 4 ottobre e poi ancora il 10 e l’11 ottobre a Motta Camastra (ME), dove si assiste ad un vero dedalo di spettacoli folkloristici e degustazioni di vari prodotti tipici.

E’ una festa ricca di tradizioni e cultura, che richiama ogni anno tantissime persone provenienti da tutta la Sicilia. La Festa della Noce si svolge “O’ chianu ‘a cruci”, dove vi sono presentazioni, spettacoli folkloristici e degustazioni dei vari prodotti, oltre alla consueta sfilata di “Sua Maestà la Noce” sui caratteristici carretti siciliani.

La cittadina in questi giorni si anima di stand tipici, disseminati lungo le viuzze che caratterizzano il centro situato a pochi passi da Taormina e dalle Gole dell’Alcantara, tuttavia proporrà anche alcuni momenti di riflessione e convegni di studio sulla pianificazione territoriale e sulla gestione delle risorse per uno sviluppo armonico ed integrato tra uomo e ambiente.

Cinque giorni all’insegna dei sapori e saperi tipici: un viaggio attraverso questo simbolo di produzione di qualità, divenuto emblema di una cultura contadina viva e genuina che, da luogo antropologico del passato, può divenire opportunità per il futuro.

La noce fin dalla notte dei tempi ha suscitato l’interesse di pensatori e dottori e già l’etimologia della parola affonda le radici nella mitologia. Il nome deriva dalla dizione latina “Junglas Regia”, ovvero “Ghianda di Giove”, proprio a sottolineare la bontà e la ricchezza  di questo frutto ai fini nutrizionali. Recenti studi sia in Italia che all’estero hanno confermato la valenza anche sotto il profilo medicamentoso, sia della drupa che delle foglie. La presenza di grassi insaturi del tipo acido linoleico e acido linolenico, comunemente conosciuti come Omega 3 e Omega 6, sono componenti essenziali delle membrane cellulari e fanno sì che, mangiando noci, si tengano bassi i livelli di colesterolo nel sangue e si combattano i rischi di malattie cardio-vascolari. Altre proprietà della noce e delle noci sono da attribuire nell’utilizzo per la preparazione di prodotti di cosmesi, a quelli astringenti, depurative, ipoglicemizzanti e antisettiche.

Maria Morelli

 

Scrivi