CATANIA – Il tempo di stappare uno spumante tutto italiano per brindare all’anno che verrà e inizia il conto alla rovescia per i saldi invernali. Infatti da sabato 3 gennaio si darà il via alle vendite di fine stagione che coinvolgeranno un migliaio di negozi di abbigliamento, calzature e accessori nel cuore commerciale e direzionale della città. Confermata la tendenza degli acquisti nei negozi tradizionali e della scelta sempre più orientata al prodotto di qualità ad un prezzo accessibile.
Per i commercianti catanesi l’obiettivo è raggranellare un pò di quattrini dopo i risultati non lusinghieri del 2014 e dello stesso shopping natalizio e per questo motivo promettono un vasto assortimento e prezzi bassi per smuovere i consumi.
La previsione è quella di confermare il dato dello scorso anno, sicché l’Ascom Confcommercio prevede che delle circa 135 mila famiglie catanesi ben 80 mila saranno colte da “passione” da shopping e ogni nucleo familiare lascerà nelle casse dei commercianti della città intorno a 305 euro, mentre l’acquisto medio per persona si aggirerà intorno ai 120 euro. I conti sono presto fatti, la spesa complessiva dei catanesi per i saldi si attesterà, più o meno come lo scorso anno, intorno a 24 milioni di euro.
“Nonostante l’aria di crisi sono certamente numeri importanti – afferma il presidente provinciale di Confcommercio Catania Riccardo Galimberti – che saranno determinanti per mettere ordine nei bilanci delle nostre aziende. Contiamo di incrementare la previsione di spesa relativa alle famiglie catanesi anche con gli acquirenti dell’hinterland per i quali la nostra Città rappresenta un punto di riferimento specie durante i saldi invernali. I saldi saranno un’opportunità, quest’anno più che mai, per i consumatori – conclude Galimberti – grazie al fatto che l’offerta proposta dai commercianti partirà con una base di sconto più ampia, spesso già col 40%”.
Gli acquirenti saranno ben garantiti da regole comportamentali tenute dai commercianti su indicazione dell’Ascom Confcommercio. Per i saldi deve essere indicato il prezzo iniziale, la percentuale di sconto ed il prezzo finale scontato e al cliente è consentito l’utilizzo di carta di credito.
I commercianti si preparano ed assicurano un vasto assortimento ed assistenza a tutto campo.
“I nostri clienti saranno come sempre assistiti e guidati nelle scelte con la professionalità di sempre – assicura Francesco Sorbello vice direttore provinciale di Confcommercio Catania -. I commercianti permetteranno la prova dei capi, la possibilità di effettuare i cambi e di pagare la merce acquistata in saldo anche attraverso l’utilizzo di strumenti elettronici. Per i commercianti quest’anno i saldi rappresenteranno il 30/35% delle vendite complessive invernali, una percentuale indicativa anche del fatto che gli acquirenti troveranno nei negozi le collezioni all’ultima moda e non i resti di magazzino”.
L’Ascom Confcommercio ricorda che i negozi potranno restare aperti nelle giornate di domenica e festivi per l’intera giornata.

Scrivi