CATANIA – Sarà una manifestazione pacifica e silenziosa quella che il personale non medico del pronto soccorso dell’ospedale “Garibaldi centro” ha annunciato per il prossimo mercoledì, 9 marzo, davanti l’ingresso del nosocomio in piazza Santa Maria del Gesù a Catania. A partire dalle 10, come conferma il rappresentante sindacale unitario dell’Ugl Andrea Gambino, i lavoratori che hanno aderito in questi giorni al Comitato spontaneo costituito per l’occasione, incroceranno le braccia per denunciare ancora una volta la cronica carenza di organico e le condizioni di disagio che quotidianamente gli operatori vivono, in considerazione della mancanza di spazi adeguati all’interno della struttura. Inoltre, il sit-in servirà anche a portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica la forte preoccupazione dei dipendenti stessi in merito all’imminente paventata chiusura del pronto soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele” che, inevitabilmente, andrà a dirottare tutto il popoloso bacino d’utenza dell’area sud-est della città di Catania nel già congestionato polo di emergenza e urgenza del “Garibaldi centro”. “Come unione territoriale del lavoro abbiamo sin da subito incoraggiato quest’iniziativa che vede tra i protagonisti i nostri rappresentanti sindacali – affermano all’unisono il segretario generale Carmelo Mazzeo ed il segretario della federazione sanità Carmelo Urzì. È un vero e proprio grido di allarme perché il mancato potenziamento, a livello di strutture e di risorse umane, dell’unico presidio di pronto soccorso che dovrà rimanere dentro la città, potrà comportare seri rischi di collassamento della catena di assistenza delle emergenze sanitarie. Chiediamo alle istituzioni cittadine e regionali di non sottovalutare la problematica e di intervenire tempestivamente affinché si possa garantire ai cittadini un servizio efficiente ed efficace e non, al contrario, continuare sulla strada intrapresa correndo il rischio di far diventare questo pronto soccorso il vero malato da curare.”

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi