CATANIA – Ci si prepara a festeggiare la festa di Sant’Agata e proprio da ieri le candelore hanno cominciato il loro giro per la città.

Ma non è delle favolose candelore delle corporazioni delle arti e dei mestieri che vogliamo parlare e del loro bellissimo “barocco in movimento”. Ma di quella che dei bambini creativi e intraprendenti si sono costruita in onore di Sant’Agata.

E l’inno gridato in onore della Santa: “Semu tutti devoti tutti? Cittadini cittadini!”, sembra realizzarsi in ogni senso. Anche i bambini a Catania non vogliono essere da meno degli adulti e desiderano partecipare in pieno ai festeggiamenti di Santaituzza.

Ed ecco che transitando per via della Concordia, conosciuta meglio dai catanesi come “strada 80 pammi”, importante arteria del popolare quartiere di San Cristoforo, vediamo due bambini che si esercitano con una candelora, in cartone, costruita con le loro mani.

candelora via concordia (FILEminimizer)

La candelora dei bambini è fatta di scatoloni di cartone sovrapposti uno sull’altro, con delle immaginette di Sant’Agata incollate lunga la stessa e un bouquet di fiori di plastica in cima.

Ci avviciniamo ai bambini, e gli chiediamo perché hanno pensato di costruire una candelora per Sant’Agata.

“Perché noi amiamo Sant’Agata” , ci dice Nino, nome di fantasia, 12 anni, mostrando un volto esterrefatto alla mia domanda che evidentemente gli appare banale.

“Partecipiamo alla festa  – continua Nino – senza mancare mai un giorno. Mio padre porta la cannalora dei chiancheri. Ci piacciono tantissimo le cannalori e abbiamo voluto offrirne anche noi una a Santaituzza. Certo sappiamo che non è bella come quelle degli adulti ma è fatta con le nostre mani e con il nostro cuore”.

candelore di s.agata

Uscirete con le candelore?

Certamente, anche se ancora dobbiamo decidere il giorno esatto. Ma non è la prima volta, già l’anno scorso insieme ad altri compagni abbiamo portato due cannalori in giro per il centro della città.

Cosa ti piace di più della processione delle candelore?

L’annacata delle cannalori è bellissima, non me la perderei mai! E adesso posso farmi anche la mia di annacata.

Salutiamo Nino, con l’augurio di trascorrere una bellissima festa, e lo ringraziamo per la preziosa esperienza donataci.

Vincenzo Adalberto

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi