Redazione Sicilia Journal

“Un’edizione ‘stellare’ per via della partecipazione di Luca Parmitano, dedicata a Lallo Pennisi, che ideò la gara nel 1960, vincendo per due anni”.
Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha definito, premiando con il trofeo degli assoluti l’atleta della Nuoto Catania Michele Cardinale, la 56/a San Silvestro a Mare, svoltasi nel  Porticciolo di Ognina nelle acque antistanti il Circolo Canottieri Ionica.
“Questa gara – ha sottolineato Bianco – di grande tradizione è un evento unico in Italia, di grande richiamo e che rappresenta una proiezione positiva di Catania. E cresce ogni anno il numero dei Catanesi d’ogni età e condizione che si tuffano in mare il 31 dicembre dimostrando che questa è una terra in cui ci si può fare il bagno anche a Capodanno. Sono particolarmente felice, poi, del fatto che a gareggiare ci fosse oggi il nostro astronauta preferito, Luca Parmitano, al quale due anni fa la città ha tributato la sua più alta onoreficenza, la candelora d’oro”.
Il Sindaco ha poi ricordato Lallo Pennisi con il presidente della Nuoto Catania Mario Torrisi, che fu prima suo compagno di squadra di pallanuoto e poi suo giocatore. Bianco ha tratteggiato la figura di questo avvocato che viveva per lo sport tanto da diventarne, a Catania, “uno dei miti, prima come atleta e poi come tecnico e dirigente”. Scomparso nel 2008, aveva cominciato con la pallanuoto come centravanti-boa nelle file del mitico Giglio Bianco, che fu una delle squadre-simbolo cresciute all’ombra dell’Etna nel dopoguerra. Ma aveva giocato anche nel Cus Catania, come pallanotista e giocatore di rugby, e nel Cus Jonica, che fu la prima squadra siciliana di pallanuoto a militare nella massima serie.
“Lallo Pennisi – ha detto il Sindaco – incarnava la figura dell’atleta impegnato a diffondere i valori dello sport ed era al tempo stesso scanzonato, allegro. Per questo la sua migliore creatura è proprio la San Silvestro a mare, una gara di nuoto sui generis: corsa sui ‘cutulisci’ dell’arenile del porticciolo oltre che tuffo nell’acqua gelata dell’Ionio del trentuno dicembre”.
Durante la cerimonia di premiazione l’assessore allo Sport Valentina Scialfa ha ringraziato tutti gli intervenuti, e in particolare i 173 atleti impegnati nelle gare, per la passione e il calore messi in mostra. Di grande calore dei catanesi ha parlato anche Luca Parmitano, l’astronauta che ha preso parte alle gare e ha ricevuto la coppa Lallo Pennisi.
Nelle altre gare della San Silvestro a mare, organizzata dalla Nuoto Catania con il patrocinio del Comune, sono giunti primi  Angelo Fonte (diversamente abili), Valeria Corbino (donne), Vincenzo Belfiore (under 17), Roberto Cantarella (amatori over 50), Santo Bonaccorso (amatori under 50), Fabrizio Puglisi (master under 40) e Marco Conti (master over 50).

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi