di Umberto Pioletti

 

Un altro successo. Di partecipanti e di pubblico. Anche quest’anno la San Silvestro a mare, giunta alla cinquantacinquesima edizione, ha regalato spettacolo ed emozioni. Una gran folla di appassionati e curiosi si è riversata, mercoledì 31 dicembre, al porticciolo di Ognina per assistere alla tradizionale gara di nuoto internazionale. La temperatura rigida (5 gradi) dell’ultimo giorno del 2014 non ha scoraggiato per nulla i “temerari” partecipanti, che come tradizione vuole si sono tuffati nell’acqua gelida con spirito goliardico. Il “rito” del tuffo propiziatorio, per salutare l’anno passato ormai alle spalle ed il nuovo quasi alle porte, ha visto protagonisti partecipanti di tutte le età e di tutte le categorie, dagli agonisti ai master fino ai semplici appassionati di nuoto e agli amatori. La kermesse, organizzata dall’Item Nuoto Catania del presidente Mario Torrisi con la collaborazione del Circolo Canottieri Jonica ha visto il successo del nuotatore etneo Giovanni Musumeci, classe ’94 del Centro Sportivo Le Olimpiadi, nipote di Alfonso Musumeci che negli anni ’80 si aggiudicò per tre volte la “San Silvestro a mare”. L’atleta catanese è stato il primo a tagliare il traguardo della categoria “Assoluti” al termine del percorso a nuoto di circa 80 metri, precedendo al fotofinish Angelo Sciacca, ultimo vincitore nel 2012, e Michele Cardinale, pallanotista classe ’97 dell’Item Nuoto Catania. Per lui, insieme alla consueta e speciale coppa del vincitore, il regalo di un cappotto, secondo l’antica tradizione ripristinata quest’anno. Nelle altre batterie vittorie per Angelo Fonte (Diversamente abili, davanti a Valerio Viscuso e Marco Longo), Annarita Platania (Donne, davanti a Rachele Milazzo e Marzia Siclari), Giovanni Vadalà (Ragazzi Under 17, davanti a Eugenio Russo e Salvatore Guglielmino), Fabrizio Puglisi (Master Under 40, davanti a Diego Reforgiato e Giuseppe Ardizzone), Marco Conti (Master Over 40, davanti a Alessandro Russo e Salvo Failla), Francesco Villauro (Amatori Under 50, davanti a Sebastiano Ciciulla e Santo Bonaccorso), Fabio Dovis (Amatori Over 50, davanti a Heinz Marggrander e Mario Alberto Traina). Tre i premi speciali: il “Premio Lallo Pennisi”, intitolato all’ideatore della manifestazione, è stato consegnato dal figlio Antonio a Franco D’Arrigo, amico di vecchia data oltre che compagno di squadra di Lallo alla Jonica e personaggio storico del Circolo; la “Coppa Tommaso D’Arrigo”, offerta dalla famiglia D’Arrigo in memoria del compianto vicepresidente della Nuoto Catania, è andata a Michele Cardinale, primo della società etnea tra gli Assoluti; la “Coppa Francesco Scuderi”, a ricordo dell’indimenticato presidente rossazzurro nonché coordinatore di tante edizioni della San Silvestro, è stata assegnata ai gemelli Giuseppe e Mario Garozzo, pallanotisti dell’Item Nuoto Catania, classe 2002, primi classificati tra i più giovani iscritti alla gara.

Scrivi