PALERMO – Ancora una interrogazione ed ancora un intervento di Lista Musumeci  per impedire la chiusura dei Punti di Pronto Intervento Pediatrico in provincia di Catania, nello specifico quelli di Acireale, Bronte, Vizzini e Paternò.

“Apprendiamo con preoccupazione della chiusura della chiusura dei Punti di Primo Intervento Pediatrico negli ospedali di Acireale, Bronte, Vizzini e Paternò – dichiarano Gino Ioppolo e Nello Musumeci – che erogano un servizio indispensabile che garantisce assistenza pediatrica dopo le ore 20, nei fine settimana e nei giorni festivi e prefestivi, in sostituzione dei pediatri di famiglia, con lo scopo di evitare l’eccessivo “affollamento” dei punti di pronto soccorso”.

“Considerato che i PPIP (Punti di Primo Intervento Pediatrico)  consentono notevoli risparmi – proseguono Ioppolo e Musumeci – perché permettono di evitare un gran numero di ricoveri e considerato che la loro soppressione comporterebbe un aumento della spesa pari a circa 2 milioni di euro, ne riteniamo del tutto ingiustificata la chiusura anche, e soprattutto, per i disagi a cui andrebbero incontro i bambini e le loro famiglie”.

Scrivi