CATANIA – Nel segno della continuità l’ Assemblea elettiva dell’ Associazione scientifica COI-AIOG (Cenacolo Odontostomatologico Italiano- Associazione di Odontoiatria Generale)  ha rinnovato quest’anno il proprio Consiglio direttivo, eleggendo alla unanimità per la terza volta consecutiva la presidente nazionale  Maria Grazia Cannarozzo, una delle poche donne in campo medico e odontoiatrico alla guida di una società scientifica. “Ringrazio i presidenti delle sedi e i delegati, espressione dei soci sul territorio, per aver voluto rinnovare, con questo terzo mandato la fiducia nei miei confronti – commenta la presidente Cannarozzo – Il lavoro fatto in questi anni , insieme ai consiglieri, ai presidenti delle sedi, ha portato il Cenacolo a ritrovare la propria identità culturale, nel segno e nel rispetto di quei valori specifici della nostra Associazione”.

“Oggi siamo una realtà consolidata nel panorama delle Società Scientifiche –  prosegue –declinando sul territorio una formazione di qualità come Provider Ecm. Formazione e aggiornamento che oggi, come anni fa, è rivolta a tutto il team odontoiatrico e rivendico con orgoglio che siamo stati tra i primi a parlare di “Team”, ad aprire e ad organizzare eventi formativi anche con sessioni specifiche aperti ad assistenti, odontotecnici e poi igienisti dentali”.

“Ma COI -AIOG –conclude la dottoressa Cannarozzo –  è stato ed è prevenzione, il prossimo anno (2017), celebreremo i trent’anni di vita della nostra Associazione e metteremo in campo una serie di iniziative di prevenzione, a tutela della salute orale del cittadino. All’ interno degli Stati Generali dell’ Odontoiatria, continueremo a portare il nostro contributo fattivo, in piena sinergia con le altre componenti rappresentative della professione odontoiatrica. Contributo che continueremo a portare anche all’ interno di Fism, in qualità di unica Società Scientifica di area Odontoiatrica”.


-- SCARICA IL PDF DI: Sanità, Mario Grazia Cannarozzo presidente nazionale dell'Associazione di odontoiatria generale --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata