I Carabinieri li hanno beccati in contrada Civita di Santa Maria di Licodia (CT) mentre, con tanto di metal detector e badili ricercavano reperti antichi  all’interno di un sito archeologico riconosciuto dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Catania.

I due pensionati, classe 46 e 49, previa perquisizione domiciliare,  sono stati trovati in possesso di ben 122 monete antiche (di cui esiste un florido commercio illegale) di presumibile valore storico-culturale. L’attrezzatura e le monete sono state sequestrate. Queste ultime, debitamente repertate, saranno sottoposte alla perizia della soprintendenza per stabilirne il conio.  Ricettazione e Violazione in materia di ricerche archeologiche i reati contestati ai due.

Scrivi