Cittadinanza onoraria a Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il giudice ucciso dalla mafia, oggi, alle ore 17.00 presso la Sala Consiliare “Maria Grazia Cutuli”, Santa Venerina, la cerimonia ufficiale di conferimento.
Il conferimento ufficiale è avvenuto nel corso di una seduta consiliare presieduta dal presidente Giuseppe Grasso, svoltasi lo scorso mercoledì, in cui il civico consesso cittadino ha votato l’argomento all’unanimità.
L’importante riconoscimento onorifico a Salvatore Borsellino è stato fortemente voluto dall’assessore Sebastian Zappulla che ne ha segnalato l’attribuzione per il lavoro svolto con tenacia e coerenza nella battaglia per la verità sulla strage di via D’Amelio in cui fu ucciso il fratello Paolo e per il sostegno a difesa dei magistrati. “Salvatore Borsellino – dichiara il sindaco Salvatore Greco – è un uomo che ha manifestato un costante impegno nella lotta alla mafia e a tutte le illegalità. Il conferimento della cittadinanza onoraria ad un uomo così illustre è sicuramente motivo di orgoglio per le attuali e le future generazioni”. “La battaglia portata avanti da Salvatore Borsellino – aggiunge l’assessore Zappulla – non può essere delegata solo ad un semplice cittadino, ma interessa tutti. La nostra comunità con questo gesto riconosce la validità del lavoro coraggioso di questo uomo che grazie alla sua grande forza d’animo è riuscito a far riaprire le indagini sulla strage di via D’Amelio i cui sviluppi hanno dato nuovi elementi ai fini dell’ottenimento di una verità più trasparente”.
La notizia è stata accolta con grande entusiasmo dal “Movimento Agente rosse – Gruppo Francesca Morvillo” di Catania, che si prepara a festeggiare il proprio presidente Borsellino con la soddisfazione che merita. Proprio a Catania e provincia, come pure nel Comune di santa Venerina, infatti si registra una consistente adesione da parte dei cittadini al movimento fondato dal fratello del giudice, che ha tra l’altro, presidiato il Palazzo di Giustizia di Catania per un intero mese, nel febbraio scorso, per sostenere i giudici impegnati nel processo sulla trattativa Stato-Mafia, come il PM Di Matteo.

Subito dopo la cerimonia ufficiale,per l’occasione l”ensemble giovanile “Falcone Borsellino” della fondazione La città invisibile suonerà alcuni pezzi in onore di Salvatore Borsellino. Seguirà una conferenza dal titolo “L’Agenda Rossa  di Paolo Borsellino” che vedrà gli interventi del sindaco Salvatore Greco; di Paolo Borsellino (Presidente Associazione Le Agende Rosse); di Angela Napoli (Consulente Commissione Parlamentare Antiomafia); di Fabio Granata (Già Vice Presidente Commissione Parlamentare Antimafia); di Saverio Masi (Caposcorta P.M. Di Matteo); del presidente del Consiglio Comune Giuseppe Grasso e per finire dell’assessore Sebastian Zappulla.

 

Scrivi