CATANIA − La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania hanno posto in stato di fermo di indiziato di delitto due sedicenti cittadini gambiani per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in relazione allo sbarco di migranti avvenuto nel porto di Catania nella mattina di ieri.

In particolare, Osman Trawally (cl. 1997) e N. M. (cl 1998) sono stati individuati quali componenti dell’equipaggio di un gommone con a bordo 106 migranti di diverse nazionalità provenienti dalla fascia sub-sahariana.

L’intervento di soccorso è stato operato da un’unità della Marina Militare Italiana la quale ha trasbordato i migranti a bordo di un pattugliatore delle Forze Armate maltesi. Le attività investigative svolte dagli uomini della Squadra Mobile e del G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Catania hanno permesso di raccogliere significativi elementi indiziari nei confronti dei due gambiani, ‘scafisti’ del gommone soccorso.

Le attività degli investigatori della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, condotte a terra sotto il coordinamento dell’Autorità Giudiziaria etnea, hanno consentito di acquisire gli elementi necessari all’adozione dei provvedimenti di fermo.

I due indiziati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Catania ‘Piazza Lanza’ e presso il il Centro di Prima Accoglienza in via Franchetti a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Scrivi