Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha accolto al Quirinale gli azzurri della scherma reduci dall’ottimo Mondiale disputato a Mosca. Il Capo dello Stato ammira con grande emozione le medaglie conquistate dagli atleti, lasciandosi andare ad una battuta umoristica rivolta ai campioni: “Valete più della Banca d’Italia”, ironizza, forse neanche troppo. Durante l’incontro con tutti gli schermidori si sofferma in particolare a parlare con una ragazza della sua terra, la Sicilia, che nonostante la giovane età di 24 anni ha già vinto moltissimo avviandosi ad una carriera di assoluto prestigio: parliamo ovviamente di Rossella Fiamingo. Mattarella dimostra che l’incontro tenuto al Quirinale non è una formalità, un obbligo ma un piacere assoluto. Il Presidente discute amabilmente di scherma, descrive gli  incontri visti in tv con grande passione. Abbatte le barriere della compostezza ad ogni costo, lanciando battute anche al Presidente del Coni, Giovanni Malagò. “Mattarella ci ha detto scherzando – sorride Malagò – che non siamo stati molto educati nei confronti della Russia durante l’ultimo giorno dei Mondiali che loro ospitavano, infatti abbiamo fatto suonare per ben due volte il nostro inno”.

Scrivi