di R.S.

SJ, TURISMO, FERLA, SCOPRI E VIITA , FOTOE’ con un selfie  dell’assessore regionale Maria Rita Sgarlata  e del sindaco Michelangelo Giansiracusa che si  inaugurano i nuovi servizi di accoglienza e promozione turistica del Comune di Ferla, denominati “Scopri Ferla” e “Sleep in Ferla” e coordinati dall’Assessorato al Turismo del Comune.

“Scopri Ferla” è un servizio di passeggiate eco-culturali alla scoperta di Ferla, curate in collaborazione con la Parrocchia San Giacomo di Ferla, guidata da don Roberto Garro. “Scopri Ferla” mira a rendere più fruibile e accogliente il paese e i suoi notevoli tesori artistici, storici e culturali. Le passeggiate saranno capitanate da un membro dell’Amministrazione comunale accompagnato da giovani volontari, che dal 19 aprile alle ore 17,00 e per tutte le domeniche di primavera, indosseranno le vesti di ciceroni con l’intenzione di creare un sistema turistico basato sul coinvolgimento delle gente che conosce e ama il proprio territorio, e sullo sviluppo di una fruizione ecosostenibile, topic nel quale i cittadini di Ferla dimostrano un’elevata sensibilità. Per prenotare la vostra passeggiata eco-culturale si può chiamare al 3386573803 o scrivere a belloferla@gmail.com.

Inoltre, per chi vuole pernottare a Ferla, il Comune ha realizzato a un servizio informativo sull’ospitalità denominato “Sleep in Ferla”. In questa iniziativa,  l’Amministrazione si pone da intermediario tra le strutture ricettive locali e il turista al fine di fornire un’accoglienza mirata e su misura, adatta a tutte le esigenze. Gli ospiti potranno scegliere tra i diversi tipi di ospitalità a disposizione: dal Bed and Breakfast, all’agriturismo, dal camping e all’accoglienza in famiglie locali. Per informazioni il 3386573803 o belloferla@gmail.com.

“Ferla sta vivendo un momento storico di grande coinvolgimento – dichiara il sindaco Michelangelo Giansiracusa – i cittadini non vogliono più attendere impassibili che qualcosa succeda o che le cose cambino, al contrario hanno deciso di riappropriarsi del proprio territorio e di esserne protagonista. Sono entusiasta del clima di fiducia e di cooperazione che si è creato tra l’Amministrazione comunale e la cittadinanza”.

 

Scrivi