MOTTA S. ANASTASIA – Una risposta entusiasmante, un progetto che ha voluto con forza costruire le proprie basi sui giovani e che consegna sin dalle prime battute la consapevolezza di aver seminato bene. Il calcio, lo sport in generale, soprattutto quando si parla di giovanili, e quindi di ragazzini da formare, però, non si ferma. Come una pianta, da annaffiare ogni giorno per offrirle vigore e futuro, così il Motta Calcio non vuole fermarsi al palo ma rafforzare la sua struttura e i rapporti di fiducia costruiti dalla nascita del club. Lavora, il responsabile della scuola calcio, Antonio Tomaselli, figura di riferimento del club insieme al suo staff. Più di 80 iscritti, un traguardo prestigioso e che mette sulle spalle degli addetti ai lavori responsabilità e grande soddisfazione.

Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti guidati rispettivamente da Francesco Mirabella (con la collaborazione di Santo Balistreri), Tomaselli (con la collaborazione di Paolo Accardi e Salvo Lavenia) e Giuseppe Vitanza mentre i preparatori dei portieri sono Carmelo Maenza e Riccardo Nicolosi.

“La società ha ottenuto sin da subito risultati importanti sul fronte scuola calcio – ammette un raggiante Antonio Tomaselli – Sappiamo di avere una responsabilità non di poco conto nei confronti tanto dei ragazzi che si sono iscritti quanto in quelli dei loro genitori. Abbiamo cominciato a cogliere i frutti di un progetto che si è posto sin dal primo momento di puntare sui giovani. Il merito è di tutti, certamente non soltanto mio… ho messo solo a disposizione la mia esperienza.

Sarà un lavoro variegato, avremo a che fare con ragazzi di diverse fasce d’età. I più piccoli, i Piccoli Amici, saranno avviati allo sport tramite il gioco, li faremo divertire. Con i Pulcini si comincia a fare sul serio, se così si può dire. Si parla già di calcio, di tecnica di base e di sviluppo delle abilità motorie. Gli Esordienti si prepareranno invece al calcio a 11. Organizzeremo diversi eventi collaterali. Il primo sarà un focus sull’alimentazione, un tema che mi sta particolarmente a cuore. Nel corso della stagione ce ne saranno molti altri, su diverse problematiche che a mio avviso è giusto affrontare.

Più di 80 bambini ci hanno dato fiducia. Il team di lavoro è determinato e competente, stiamo già lavorando dando il massimo, ogni giorno. La festa di inizio anno è stato un momento di aggregazione tra le famiglie dei ragazzi e la società – chiosa il responsabile della scuola calcio del Motta – Spero ce ne saranno tanti di questi eventi, al fine di creare anche sul campo un ambiente che possa definirsi il più possibile familiare…”

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: Scuola calcio Motta, Antonio Tomaselli: "Risposte importanti, grandi responsabilità" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata