Il segretario provinciale Michele Vivaldi:  “La scuola è il primo mattone su cui si costruisce il cittadino di domani. In questo percorso, la politica dovrà fare la sua parte, ascoltando le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori”

CATANIA –  La FLC  CGIL Catania ha incontrato nella sede di via Novara, una delegazione del Comitato GAE Infanzia, per discutere del precariato nella scuola dell’infanzia, decidendo di intraprendere un percorso condiviso per il raggiungimento di obiettivi non più rinviabili. Erano presenti per la FLC CGIL Catania, il segretario provinciale Michele Vivaldi, in rappresentanza del segretario generale Antonella Distefano, e per il comitato GAE, Tiziana Bellia, Giusi Indelicato, Giusi Rizzotti, Venera Mendolia, Onia Nicolosi, Rita Leonardo.

“Le lavoratrici della scuola dell’infanzia vivono sulla loro pelle un’emergenza occupazionale che non può passare in secondo piano”, ha commentato Michele Vivaldi. Sono i quattro i punti di intervento.

“Proponiamo, in linea con la piattaforma nazionale – ha elencato Vivaldi –la stabilizzazione su tutti i posti vacanti della scuoladell’infanzia perché gli anni di professionalità non vengano dispersi;il tempo a 40 ore per tutte e sezioni infanzia;un piano straordinario per l’immissione in ruolo, così come avvenuto in tutti gli altri ordini di scuola;la dotazione di un organico di potenziamento, inlinea con quanto già previsto, negli altri gradi.“La scuola è il primo mattone su cui si costruisce il cittadino di domani – ha concluso Vivaldi – In questo percorso, la politica dovrà fare la sua parte, ascoltando le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori”.

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: Scuola, i precari del GAE scuola dell'infanzia. "Serve u piano straordinario per l'immissione in ruolo" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata