CATANIA – Arriva un altro prestigioso riconoscimento per il mondo della gastronomia catanese e per l’eccellenza culinaria all’ombra del 10489858_4598277210382_5571852534002855986_nvulcano. Allo chef Seby Sorbello, infatti, attuale presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e presidente F.I.C. Promotion è stato assegnato il “Premio Solidus 2014”, consacrandolo “Chef dell’Anno”. La proclamazione ufficiale è giunta a conclusione dell’ultimo, omonimo congresso nazionale Solidus, che quest’anno si è svolto nell’affascinante scenario di Spotorno (La Spezia). Dal 2004 il premio Solidus assegna il prestigioso riconoscimento di “Professionista dell’Anno” a persone che si sono particolarmente segnalate nelle rispettive professioni, in particolare nel settore dell’ospitalità italiana, raggruppando le dieci associazioni professionali più importanti del mondo dell’accoglienza e del turismo italiani, con oltre due milioni di persone impiegate direttamente o indirettamente nel comparto.

Catanese di nascita e zafferanese d’adozione, 39 anni, Chef Patron del Ristorante “Parco dei Principi” e titolare con la sua famiglia dell’elegante Esperia Palace Hotel di Zafferana Etnea, Seby Sorbello, oltre a ricoprire incarichi di rilievo nella Federazione Italiana Cuochi, ha alle spalle una lunga esperienza tra i fornelli, che lo ha portato in giro per l’Italia e l’Europa. Oltre alle cinque cucine e una pasticceria del suo albergo/ristorante, dirige con successo come Team Coach la squadra dei Cuochi Etnei, che continua a mietere successi ai concorsi nazionali e internazionali di cucina (ultima, in ordine cronologico, la splendida affermazione a Marina di Carrara, per gli Internazionali d’Italia). Protagonista di alcuni programmi televisivi come esperto di cucina (Rai, Mediaset, Antenna Sicilia, Telecolor, Sky), da tre anni è ideatore e organizzatore di “Cibo Nostrum”, prestigiosa manifestazione dedicata all’eccellenza della gastronomia del Mediterraneo, con ospiti nazionali e cuochi provenienti da tutte le regioni d’Italia. Appena qualche mese fa, lo chef etneo aveva ricevuto il Premio Giornalistico Apicio 2014, per il suo libro “Tacuinum Barocco. Ricette storiche e meravigliosi banchetti” (Ali&no Editrice), riconoscimento promosso dall’Accademia italiana di gastronomia storica e dall’Università San Raffaele di Roma corso di Laurea in Scienze enogastronomiche. A Seby Sorbello sono andate le congratulazioni e l’affetto del presidente nazionale della F.I.C., Paolo Caldana, che lo ha proclamato vincitore del Premio Solidus 2014.

Scrivi