GRAVINA DI CATANIA − I Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato, nella flagranza, il 39enne Mavilla Diego Enrico, del posto, poiché ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi e munizionamento, detenzione illecita di sostanze stupefacenti, violazione delle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale, ricettazione e falsificazione di monete.
L’operazione è scattata ieri mattina quando i militari, a conclusione di una rapida ma efficace attività info-investigativa, con il prezioso ausilio dell’unità cinofila del Nucleo di Nicolosi, hanno fatto irruzione nell’abitazione del sorvegliato speciale sottoponendola a perquisizione. L’operazione ha consentito il rinvenimento ed il sequestro di: Una pistola  “scacciacani”, modificata in modo da aumentarne le potenzialità offensiva, completa di caricatore contenente 3 cartucce “GFL” cal. 7,65; 55 cartucce di vario calibro; 100 grammi di cocaina; 500 grammi di marijuana; 30 grammi di hashish; 70 grammi di metanfetamina; 1 bilancino di precisione; 27 banconote da 20 euro, verosimilmente contraffatte, nonché la somma in contanti di circa 1.300 euro, incassati presumibilmente dalla vendita della droga. Gli stupefacenti sequestrati, se piazzati al dettaglio, avrebbero potuto produrre un introito molto vicino ai 20.000 euro. La pistola, come da prassi consolidata, sarà inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli opportuni esami tecnico-balistici che potranno dimostrare l’eventuale utilizzo dell’arma in un pregresso episodio criminoso. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Mavilla Diego Enrico

Mavilla Diego Enrico

SONY DSC

SONY DSC

Scrivi