Il posticipo della sesta giornata di Serie B vede in scena allo Stadio Provinciale il Trapani e il Perugia. Un’opportunità importante per i granata, che dopo la roboante vittoria ottenuta a scapito dell’Entella, può approfittare del doppio turno casalingo, cercando di inanellare il secondo successo consecutivo che permetterebbe di fare un balzo importante in classifica e gara da mille e una notte per il tecnico Serse Cosmi, che se la vedrà contro la compagine che rappresenta la sua città natale. Gli umbri saranno un avversario molto complicato da affrontare. Un inizio stentato, infatti, costringe la squadra di Bisoli a vincere per rimanere agganciati alle posizioni nobili della classifica.

Uno dei calciatori più importanti del Trapani per carisma ed esperienza è Antonino Barillà,  protagonista della bella vittoria della scorsa settimana. Il centrocampista è intervenuto in conferenza stampa per parlare della sua squadra, del match di lunedì prossimo e del “caso Provinciale”, con gli spalti dello stadio siciliano molto spesso vuoti rispetto alle aspettative della dirigenza trapanese.

“In questo momento il Trapani sta molto bene, ma vedremo lunedì in campo se saremo capaci di imporci sull’avversario – ha esordito Barillà – Mi aspetto sicuramente una gara in cui saremo noi a fare le partite, infatti abbiamo un gioco impostato sul possesso palla e improntato all’attacco. Il Perugia sarà un avversario tosto, loro vantano un organico di buon livello che ambisce a traguardi importanti: sarà una bella partita.

Non sono ancora al meglio della condizione, ma ciò che al momento manca nelle gambe cerco di metterlo nella testa, cercando di arrivare ad ogni partita nella migliore forma possibile.

La forza di questa squadra è il gruppo, senza alcun dubbio. Siamo compatti e non pensiamo individualmente. Cosmi ha a disposizione una rosa di 25 elementi e tutti sanno che nessuno è indispensabile, ma che tutti sono utili alla causa.

Sulla tifoseria non saprei dire. Io ho sempre visto dei tifosi calorosi e l’obiettivo del Trapani è quello di soddisfarli durante ogni partita”.

Scrivi