Saranno sette giorni davvero intensi quelli che andranno dal 16 al 22 maggio prossimi, perché abbracceranno la “Settimana Nazionale della Celiachia”. Il 16 maggio, tra l’altro, a livello internazionale sarà celebrata la “Giornata Mondiale della Celiachia”. In realtà l’impegno di A.I.C. è costante e quotidiano, sia a livello nazionale che di delegazioni. Ma in particolare questi giorni di primavera vedranno un’intensa attività di informazione e di eventi, organizzati per sensibilizzare sempre di più l’opinione pubblica sugli aspetti più importanti di questa “malattia sociale”.

A.I.C. Sicilia, con la sua presidente Giuseppina Costa e le sue centinaia di volontari e professionisti è scesa in campo da diverse settimane, per allestire un programma fitto di impegni e di incontri.

“La Settimana della Celiachia – spiega Giuseppina Costa – è un’iniziativa creata da A.I.C. che, da oltre 35 anni, si impegna a cambiare in meglio la vita di chi è affetto da questa patologia, che può diventare anche molto pericolosa se trascurata. Ci stanno a cuore sia i celiaci che le loro famiglie, perché tutti noi conosciamo dal di dentro quali sono i disagi che si devono affrontare ogni giorno”.

La Settimana Nazionale, tra l’altro, coincide con l’Expo 2015 di Milano, che proprio quest’anno ha come tema: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” e che rappresenta un’ottima opportunità per riflettere, a livello globale, su questa malattia e sull’importanza di una sana e corretta nutrizione. Le stime, purtroppo, non sono rassicuranti: nel 2050, infatti, la terra sarà abitata da 9 miliardi di persone, le quali avranno la necessità di nutrirsi rispettando i delicati equilibri del pianeta. Ma l’1% della popolazione mondiale dovrà nutrirsi senza glutine.

Eccolo, allora, il fitto programma di appuntamenti che A.I.C. Sicilia ha allestito dal 16 al 22 maggio, con l’intento di raggiungere quante più persone è possibile e nei più svariati campi.

Si comincia con l’area tematica del Food, in particolare con la partecipazione come partner ufficiale a Cibo Nostrum, la grande festa dell’enogastronomia d’eccellenza di Zafferana Etnea dal 17 al 19 maggio, organizzata dall’Associazione Provinciale Cuochi Etnei con l’Unione Regionale Cuochi Siciliani e la Federazione Italiana Cuochi, di cui A.I.C. è da diversi anni stretta collaboratrice. L’area Food vedrà anche la gara finale regionale di cucina: “Il Gusto di A.I.C.”, che proclamerà il vincitore di “Chef senza glutine… ma con gusto!” (l’evento si svolgerà il 19 maggio all’Istituto alberghiero “Angelo Di Rocco” di Caltanissetta). Anche i più piccoli saranno protagonisti del Food con “Celiacity – Mani in pasta”, il corso di cucina senza glutine per bambini in collaborazione con Mela Zagarella.

L’altra area tematica importante sarà costituita da Scienza e Salute: si comincia con la “Campagna di Screening per la Celiachia” in collaborazione con Federfarma Sicilia. La campagna, che durerà per tutta la settimana e si svolgerà presso le farmacie aderenti, è volta alla sensibilizzazione sulla diagnosi precoce e sulle corrette procedure di diagnosi. In tale contesto si inserisce anche il “Convegno regionale – Celiachia: tra presente e futuro”, che si svolgerà a Palermo il 23 maggio a partire dalle ore 9,00 a Villa Malfitano, in via Dante Alighieri, 167.

A.I.C. Sicilia non dimentica poi l’importanza dello Sport, che costituisce un’altra area tematica: in particolare, si svolgerà il “Campionato d’eccellenza – Trofeo AIC” in collaborazione con la FIN (Federazione Italiana Nuoto), con le Semifinali previste il 17 maggio (Catania e Palermo).

L’Arte è un altro veicolo importante per diffondere il messaggio di A.I.C.: ecco, allora, il concorso fotografico on-line: “Celiaco? Prego si accomodi!”; le foto dovranno esprimere il concetto di “accoglienza” e “accessibilità” alla cultura enogastronomica… seppur senza glutine.

Le ultime due aree tematiche saranno, infine, altrettanto importanti: A.I.C. e gli altri, che vedrà molte occasioni per rafforzare la collaborazione con enti pubblici e privati (Associazioni di categoria, ASP, Istituti Alberghieri…) attraverso la sottoscrizione di protocolli di intesa volti a ratificare gli impegni di reciprocità che rendono sempre più autorevoli gli operatori del Terzo Settore; la Tavola rotonda che si svolgerà a Siracusa il 21 maggio su “Celiachia e turismo per tutti”, presso il Salone “Paolo Borsellino” alle ore 17,00; un’altra Tavola rotonda a Ragusa il 19 maggio su “Celiachia e i colori della salute”; un’altra a Pozzallo il 20 maggio sul tema: “Senza glutine: conoscere, scoprire, gustare”; mentre a Noto, il 16 maggio, l’appuntamento sarà con l’Infiorata con il tema: “Mangiamone insieme. Verso nuovi percorsi senza glutine”. A.I.C. ed Eucarestia è invece dedicata proprio alla Santa Messa che si svolgerà il 16 maggio sempre a Ragusa, presso il Santuario Madonna del Carmine alle ore 19,00, per suggellare tutti gli eventi dedicando al celiaco una messa nella quale a tutti possano essere distribuite durante l’Eucarestia “Particole a basso contenuto di glutine” perché, come ha sottolineato il Direttore della Pastorale Diocesana per la Salute di Ragusa, Padre Giorgio Occhipinti, “il celiaco cristiano possa vivere la sua condizione in un clima di accoglienza, condivisione e di accettazione serena della propria diversità alimentare”. Il messaggio della universalità della Eucarestia era stato, tra l’altro, sottolineato più volte anche da Giovanni Paolo II, che ha scritto: << L’Eucaristia è istituita perché diventiamo fratelli; viene celebrata perché, da estranei ed indifferenti gli uni gli altri, diventiamo uniti, uguali ed amici.>>. Ed anche in questa Settimana Nazionale, dunque, la religione cattolica deve unire e accomunare tutti noi.

Scrivi