CATANIA – “Sono tante le criticità della SEUS SCPA (alias 118) e tra tutte due emergono in maniera particolare: innanzitutto la disomogenea è incoerente gestione del personale e in secondo luogo l’assenza di progettualità”. Ad affermarlo sono il segretario provinciale UIL FPL Stefano Passarello e il responsabile provinciale della SEUS SCPA Gaetano Spadaro al termine del partecipato Direttivo dei lavoratori della SEUS SCPA (alias 118) Che ha visto anche la presenza del segretario della UIL Catania Fortunato Parisi.

Proprio il confronto di questa mattina ha permesso di ribadire e porre all’attenzione dei lavoratori e dell’Utenza che ad oggi, nonostante le numerose segnalazioni, continua ad essere disomogenea la gestione del personale, per nulla in linea con le prerogative contrattuali e le esigenze dei lavoratori e dell’Utenza. Inoltre l’assenza di progettualità determina – ad oggi – l’assenza di quadri intermedi, generando incertezze sulle gerarchie e sui compiti del personale.

​La sintesi dei punti trattati non tragga in inganno in quanto nasconde una complessità di problemi irrisolti e di malcontento del personale che si potrebbe riverberare sull’Utenza (nonostante le criticità i lavoratori eroicamente continuano a garantire standard elevati di qualità e dedizione per il servizio emergenza-urgenza).

​Tale situazione è stata brillantemente sostenuta anche dal segretario regionale della UIL FPL Sicilia, Enzo Tango, in sede di incontro con l’azienda.

​L’Avv. Tango ha avvisato la SEUS SCPA che se entro tempi celeri l’azienda non adotterà misure adatte alla risoluzione delle problematiche esposte, la UIL FPL di Catania di concerto con la UIL FPL Sicilia adotterà congrue azioni a tutela dei lavoratori.

Scrivi