“Pazzu Tour 2015” di Giancarlo Guerrieri, artista siciliano il cui ultimo cd è stato candidato al “Premio Tenco” come miglior album in dialetto
Uno stile inconfondibile, un composito e ben dosato mix tra la musica d’autore e le sonorità del dialetto siciliano. Un modo molto particolare di intendere la musica che gli ha permesso di affacciarsi con successo nel panorama artistico nazionale nel corso dell’ultimo ventennio. Giancarlo Guerrieri, siciliano doc, sarà protagonista del concerto “Pazzu Tour 2015” in programma sabato alle ore 20.30 all’hotel Sheraton di Acicastello, organizzato dall’associazione culturale Amigdala, presieduta da Maria Grazia Palermo. Nato artisticamente a partire dalla metà degli anni Ottanta, Guerrieri è cresciuto “con pane e Franco Battiato”: dell’artista catanese conosce tutta la discografia in maniera più che approfondita. Molto apprezzati anche autentici miti della musica internazionale come Lou Reed, Iggy Pop, Genesis, Pink Floyd, Cure, Sting e R.E.M.. L’evento sarà l’occasione per presentare il nuovo cd “Pazzu”, candidato al “Premio Tenco” come miglior album in dialetto. L’album raccoglie undici brani tra composizioni originali e riletture che racchiudono l’estro creativo e stilistico del cantautore. Scevro da ogni pregiudizio o clichè, l’album ruota attorno al tema della pazzia, al suo lato più oscuro, quello che permette all’umanità di compiere ogni genere di nefandezze, partendo dalla distruzione del pianeta in cui abita. Canzoni dal significativo sfondo sociale che mirano a smuovere le coscienze. Per la realizzazione del cd, importante è stato il contributo di Mario Saroglia, che ha arrangiato e co-prodotto il disco, ma anche quello di Mario Incudine e Kaballà che hanno firmato alcune canzoni. Un susseguirsi di parole e note in grado di emozionare e, soprattutto, di fare riflettere su scottanti temi di stretta attualità.

Scrivi